Alla casa di Upress serve ancora qualche mattone

Circa 8.500 euro. In contanti, per paypal o bonifico bancario sono arrivati (e stanno arrivando) da ogni parte d’Italia. Tante le quote associative da 10 euro degli studenti e tantissimi i “tagli medi” di alumni e simpatizzanti pescati sui social network o tampinati nelle facoltà catanesi. Grande sostegno di addetti ai lavori (da Sigfrido Ranucci a Franco Abruzzo e Francesco Merlo), artisti, intellettuali, docenti e rappresentanti dell’Ateneo.

La sottoscrizione straordinaria che abbiamo lanciato a metà dicembre, chiedendovi di farci trovare sotto l’albero 10mila euro per rendere più solida l’informazione universitaria a Catania, ci ha fatto capire che Upress si può fare.

L’obiettivo minimo che ci eravamo posti non è stato ancora raggiunto. Sommando le quote di iscrizione di soli 10 euro dei soci studenti con le donazioni da un minimo di 50 a un massimo di 500 euro che abbiamo chiesto ai docenti, ai professionisti e agli ex studenti non disoccupati, abbiamo raccolto circa 8500 euro.

Vuol dire che, detratte le spese per la registrazione dell’atto costitutivo, le percentuali bancarie e il sobrio investimento in pubblicità per la stampa di un piccolo depliant, Upress ha attualmente in cassa 7850 euro.

Grazie ai più di settanta contributi che abbiamo ricevuto finora e ricorrendo a un prestito ragionevolmente rimborsabile a breve scadenza, Upress potrà garantire i pagamenti per l’anno 2009 ai redattori-studenti che aspirano alla qualifica di pubblicista.

Questo primo risultato non è solo la somma dei contributi che abbiamo ricevuto, ma molto di più.

Abbiamo concretamente verificato che la fondazione di una solida associazione studentesca per la promozione del giornalismo universitario è un progetto che riscuote simpatia tra molti docenti, “alumni” e professionisti dell’informazione.

Adesso ci rivolgiamo a quanti hanno già mostrato, molto concretamente, di sostenerci affinché indirizzino ai loro amici e colleghi l’invito a portare altri mattoni per costruire un’associazione ben radicata all’interno di ogni facoltà dell’Università di Catania e forte del sostegno della città.

E’ inutile dire che alcune adesioni ci hanno riempito di orgoglio, in particolare quelle venute dal Garante d’Ateneo e da giornalisti di fama. Uno dei decani della professione giornalistica in Italia, l’ex Presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, ci ha fatto il regalo di inviare l’appello a sostenere Upress su una mailing list di 38.000 utenti che tocca praticamente la totalità degli addetti ai lavori.

Siamo consapevoli di esserci assunti una bella responsabilità. Abbiamo d’altra parte costatato che il web sa essere un’immensa rete solidale capace di prendere molto sul serio lo sviluppo di un progetto. Nel giro di pochi giorni “Upress CTA” ha superato i primi mille link sui motori di ricerca ed è diventato difficile riscontrare tutti gli amici che hanno ripreso l’appello a sostenerci sui propri siti web, sui blog e social network (un grazie particolare a Sebastiano Messina per la pubblicazione di un articolo di sostegno su ‘La Repubblica’). 

La sottoscrizione per la fondazione di Upress proseguirà per altre tre settimane fino al 27 gennaio, data alla quale pubblicheremo sul sito ufficiale dell’associazione l’elenco definitivo delle persone che hanno partecipato alla fondazione di Upress con le rispettive quote.

Si potrà dunque continuare a contribuire effettuando una donazione con carta di credito tramite il circuito Paypal o tramite Bonifico Bancario sul nostro c/c n. IT 23 C 01020 16954 000300751396 (intestato all’associazione “Upress CTA o.n.l.u.s.”).

Intanto pubblichiamo qui di seguito i nomi dei primi sottoscrittori.

Vogliamo ringraziare tutti.

*Giorgio Pennisi (Radio Zammù) e Francesco Currò (Step1), presidente e vicepresidente Upress CTA onlus.

SOTTOSCRIZIONE STRAORDINARIA PER LA FONDAZIONE DI UPRESS CTA. LE PRIME DONAZIONI (LISTA IN CORSO D’AGGIORNAMENTO)

Professionisti, docenti, alumni

Emanuela Abbadessa, musicologa, già docente a contratto facoltà di Lingue
Vincenzo Adornetto, giornalista (La7)
Salvo Adorno, docente facoltà Lettere
Fabio Albanese, giornalista, docente a contratto facoltà Lingue
Franco Barbanera, docente facoltà Scienze
Flaminia Belfiore, giornalista (Antenna Sicilia)
Pompeo Benincasa, direttore artistico Catania Jazz
Giuseppe Berretta, facoltà di Giurisprudenza (deputato al Parlamento nazionale)
Vittorio Bertone, alumno facoltà Giurisprudenza
Vincenzo Bonaccorsi, insegnante a Firenze, alumno Lettere
Paolo Bozzaro, docente a contratto facoltà Lingue
Mario Brancato, avvocato e alumno Università di Catania
Mariano Campo, responsabile Ufficio stampa Università di Catania
Riccardo Campochiaro, alumno facoltà Giurisprudenza
Maria Luisa Carnazza, docente facoltà Medicina e Pro-Rettore vicario
Maurizio Caserta, docente facoltà di Economia
Roberto Chibbaro, imprenditore (editore votailprof.it)
Umberto Coscarelli, editore
Giuseppe Cozzo, docente e pastpreside facoltà Ingegneria (delegato del Rettore alla Didattica)
Giuseppe Cunsolo, blogger
Giuseppe Dato, Preside facoltà Architettura
Roberto De Benedictis, alumno facoltà Ingegneria (deputato all’Assemblea regionale)
Ignazio Del Campo, blogger
Andrea Deioma, alumno facoltà Lingue
Rosa Maria Di Natale, giornalista (“La Repubblica”) e docente a contratto facoltà Lingue
Santo Di Nuovo, docente e pastpreside facoltà Scienze della Formazione
Toti Domina, alumno Università di Catania
Anita Fabiani, docente facoltà Lingue
Gianfranco Faillaci, insegnante, coordinatore della redazione di Step1
Nunzio Famoso, Preside facoltà Lingue
Fondazione Giuseppe Fava
Andrea Garofalo, alumno Università di Catania
Franco Garufi, coordinatore Dipartimento Mezzogiorno e politiche di coesione della Cgil (Roma), alumno facoltà Scienze politiche
Emilio Giardina, pastpreside facoltà di Economia, Garante d’Ateneo
Dino Giarrusso, regista cinematografico e docente a contratto facoltà Lingue
Daniela Giusto, docente a contratto facoltà Lingue
Luciano Granozzi, docente facoltà Lingue
Sebastiano Grasso, docente facoltà Lingue
Biagio Guerrera, operatore culturale
Vincenzo Lamonica, alumno Università di Catania
Orazio Lanza, docente facoltà Scienze politiche
Simona Laudani, docente facoltà Lingue
Ivan Lo Bello, imprenditore (Presidente Confindustria Sicilia)
Antonio Lo Faro, docente facoltà Giurisprudenza
Emanuela Loffredo Gutkowski, docente a contratto facoltà Lingue
Carlo Lo Giudice, cineasta e docente Accademia Belle Arti
Alessandro Lutri, docente facoltà Lingue
Andrea Manganaro, docente facoltà Lettere
Salvatore Marano, docente facoltà Lingue
Roberta Marilli, giornalista RAI, direttore Step1
Sebastiano Messina, giornalista La Repubblica
Francesco Merlo, giornalista La Repubblica
Rosa Maria Monastra, docente facoltà Lingue
Marco Moriggi, docente facoltà Lingue
Carmelo Nigrelli, docente facoltà Architettura e Sindaco di Piazza Armerina
Sergio Palazzo, docente facoltà Ingegneria
Davide Pappalardo, sceneggiatore cinematografico e alumno facoltà Lingue
Tommaso Palermo, esperto in cinema di animazione e bibliotecario
Tommaso M. Patti, scrittore e alumno facoltà Ingegneria
Vincenzo Perciavalle, docente facoltà Medicina e Presidente COF Università di Catania
Gianni Piazza, docente Scienze politiche
Giacomo Pignataro, docente facoltà Economia, Presidente Scuola Superiore Università di Catania
Turi Pintaldi, organizzatore culturale (Festival del Cinema di Frontiera di Marzamemi)
Antonio Pioletti, docente e pastpreside facoltà Lingue
Margherita Poselli, docente facoltà di Economia (delegato del Rettore per il “Liaison Office”)
Grazia Priulla, docente facoltà Scienze politiche
Grazia Pulvirenti, docente facoltà Lingue
Sigfrido Ranucci, giornalista RAI (“Report”)
Felice Rappazzo, docente facoltà Lingue
Gianluca Reale, giornalista, direttore Radio Zammù
Salvatore Resca, Parrocchia SS. Pietro e Paolo (Catania)
Salvatore Riolo, docente facoltà Lettere
Romilde Rizzo, docente facoltà Economia, coordinatrice Master Economia dei Beni culturali
Francesco Ruggeri, fotografo, docente a contratto facoltà di Lettere e Lingue
Lina Scalisi, docente facoltà Lettere
Angelo Scandurra, poeta e saggista, direttore di Etnafest sezione “Arte”
Maria Luisa Scelfo, docente facoltà Lingue
Salvo Scibilia, docente facoltà Lingue
Enza Scuderi, docente facoltà Lingue
Margherita Spampinato, docente facoltà Lettere (delegato del Rettore al Diritto allo studio)
Antonio Spoto, alumno Università di Catania
Domenico Tanteri, docente facoltà Lettere
Simone Tornabene, alumno Scuola Superiore Università di Catania
Olga Tribulato, alumna Università di Catania, docente e collaboratrice di Step1 da Cambridge
Sebastiano Vecchio, docente facoltà Lingue
Sarah Zappulla Muscarà, docente facoltà Lettere

ha contribuito inoltre il media social network universitario Ustation.

Soci, studenti e fondatori Upress

Antonia Arrabito, alumna Giurisprudenza
Roberta Attardo,
Lettere
Francesco Barresi,
Lettere
Daniele Giuseppe Bazzano,
alumno Lingue
Emanuele Brunetto,
Giurisprudenza
Olivia Calà,
Lingue
Claudia Campese,
Istituto per la Formazione al Giornalismo (Milano)
Riccardo Campochiaro, alumno Giurisprudenza
Salvo Catalano, Scuola di giornalismo dell’Università Cattolica (Milano)
Alberto Conti, Lettere
Giuseppe Contraffatto,
Lettere
Antonia Cosentino,
Università di Roma “La Sapienza”
Sara Curcio Raiti,
Lettere
Francesco Currò,
alumno Lettere
Assya D’Ascoli
Claudia Fichera
Giuliana Fichera
Anita Gensabella,
Lettere
Mario Grasso,
Università Statale di Milano
Perla Maria Gubernale,
Lingue
Pierpaolo Latina
Nilde Lemma,
Lettere
Silvia Lo Re,
alumna Lingue
Luca Marra
, Ingegneria
Riccardo Marra,
alumno Lingue
Salvo Messina,
staff Radio Zammù
Desirée Miranda,
Lingue
Benedetta Motta,
alumna Lingue
Federica Motta,
Lettere
Flavia Musumeci,
Giurisprudenza
Gianluca Nicotra,
alumno Lingue
Daniele Palumbo,
Lettere
Fabio Gianluca Panebianco,
Lingue
Stefania Oliveri,
Scienze politiche
Agata Pasqualino,
alumna Lingue
Paolo Pavia,
Lingue (rappresentante studenti sede di Ragusa)
Giorgio Pennisi,
Lingue
Leandro Perrotta,
Lettere
Marco Pirrello,
alumno Lettere
Fabio Pitino
Alfredo Polizzano,
Lettere
Jonathan Puglisi,
Scienze MM. FF. NN.
Paola Roccella
Rocco Rossitto
, alumno Lettere
Roberto Sammito, Lettere
Luisa Santangelo,
Lettere
Simona Schifano
Nastassia Soffietto,
Lettere
Stefania Tringali,
Lingue
Carmen Valisano,
Lingue
Ita Vasta,
Lingue
Flavio Valerio Virzì
Valeria Zuccarà,
Lingue


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Una festa di colori ha animato la mattinata della piazza centrale di Grammichele, in provincia di Catania. «Fai super la raccolta differenziata» è la frase sulle magliette – blu, rosse, verdi e gialle – di migliaia di studenti e studentesse delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado del territorio del Calatino. Tutti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Quannu è a siccu e quannu è a sacco (quando è troppo poco e quando è troppo). La Sicilia non ha moderazione. Si passa agevolemente, piroettando come ginnasti artistici sul cavallo con maniglie (dell’ammore), dalle mostre monstre di Manlio Messina a Cannes allo stand dell’assessorato ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana al Salone del Libro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]