Adrano, arrestato il consigliere Giuseppe Rapisarda Trovato con un’arma munita di caricatore e proiettili

Giuseppe Rapisardaconsigliere comunale di Adrano, 40 anni a dicembre, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di detenzione di arma clandestina e ricettazione. L’uomo, titolare di una farmacia nello stesso centro etneo, è stato trovato in possesso di una pistola Berretta calibro 6,35 con matricola abrasa, munita di caricatore con già inseriti quattro proiettili. 

I militari hanno bussato prima alla porta della farmacia, con in mano un decreto di perquisizione emesso dalla procura di Catania. Poi sono passati all’auto di Rapisarda. Ed è lì che, controllando sotto ai sedili, hanno trovato l’arma: dentro a un borsello, sotto al posto del passeggero. La pistola è stata subito sequestrata e sarà inviata al Ris di Messina per capire se sia stata usata per compiere qualche crimine. Il consigliere comunale – già uscente, ex Lega, eletto con Fratelli d’Italia (per la prima volta alla prova delle amministrative ad Adrano) e adesso nel gruppo misto per assenza di compagnia politica – è finito ai domiciliari.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento