Zona industriale, pubblicato bando per la riqualificazione Offerte dovranno essere presentate entro il 10 febbraio

Sul sito dell’Urega e del Comune di Catania è stato pubblicato il bando di gara per individuare con evidenza pubblica il contraente che dovrà realizzare i lavori di riqualificazione della zona industriale, nell’area a sud del capoluogo etneo. La base d’asta dell’appalto integrato è di 8,62 milioni di euro, a cui vanno aggiunte altre somme per la progettazione esecutiva e per l’iva per un ammontare complessivo di 10 milioni di euro; fondi comunitari del Patto per la Sicilia, dalla Regione trasferiti al Comune, per finanziare i programmi di riqualificazione, presentati dalla giunta guidata dal sindaco Salvo Pogliese su proposta dell’assessore Pippo Arcidiacono.

Gli elaborati, redatti da personale interno al Comune con il coordinamento del direttore dei lavori pubblici Salvo Marra, riguardano il rifacimento della pavimentazione di strade e marciapiedi e un adeguamento dello spazio pubblico ai nuovi di criteri di sicurezza nelle contrade Giancata, Passo Martino e Torrazze.

«Un fatto di straordinaria importanza – spiega in una nota stampa il sindaco – che consente già nella prossima primavera di aprire i cantieri per ammodernare la zona industriale, un’azione che abbiamo messo al centro della nostra azione amministrativa. Questa somma si aggiunge ai 20,6 milioni di euro di risorse dell’Unione europea che abbiamo impegnato come giunta comunale, invece dei 12,5 originariamente previsti».

Nel capitolato di gara coi progetti da realizzare è previsto che venga riqualificato, per quasi venti chilometri, l’assetto di una quindicina di assi viari ad alta densità di insediamenti industriali, secondo un criterio che distingue due programmi di intervento, secondo le necessità rilevate nelle principali tre grandi aree.

Secondo il bando pubblicato dall’ufficio regionale per gli appalti le offerte dovranno essere presentate entro il 10 febbraio e subito dopo si procederà con l’aggiudicazione alla ditta secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, nel rapporto qualità/prezzo.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento