Turismo, le polemiche sul logo scelto dalla Regione «Nessun plagio. Io amico dell’assessore? Come tanti»

«Semplice non significa elementare, chi ha lavorato a quel logo ci ha messo passione e competenza». Antonio Carbone, amministratore dell’agenzia di comunicazione World 2.0, non ci sta a passare per quello che copia. L’accusa, più o meno diretta, è arrivata subito dopo la presentazione di Sicilia – Your happy Island, il logo che la Regione Siciliana ha scelto per rilanciare l’immagine dell’isola in un momento in cui la stagione turistica ha bisogno più che mai di un sostegno. D’altronde, per quanto il lockdown sia ufficialmente finito e gli spostamenti tra le regioni nuovamente consentiti, resta ancora da capire in che misura gli italiani (e ancor di più gli stranieri) decideranno di viaggiare per il Paese nei prossimi mesi. E il discorso vale anche per la Sicilia, nonostante i dati decisamente confortanti sull’evoluzione dell’epidemia di Covid-19.

L’agenzia di Carbone, a inizio aprile, è stata individuata dal dipartimento al Turismo per confezionare una campagna promozionale su internet, comprensiva di video, servizio traduzione dei testi e, per l’appunto, un logo. Che per alcuni è eccessivamente simile ad altri che circolano in rete: tanto nella grafica, quanto nei colori scelti. C’è chi sostiene sia pressoché uguale a quello di Expo 2015 e chi tira in ballo il logo di Ebay o la scelta stilistica fatta negli anni scorsi dalla Regione Sardegna. «Avevamo bisogno di mandare un messaggio brioso, di non difficile comprensione in un momento non semplice per nessuno. Di certo non abbiamo voluto copiare nessuno – spiega Carbone -. Abbiamo presentato una rosa di proposte e la Regione ha scelto questa. Quante di preciso? Su due piedi non glielo so dire».

In meno di ventiquattro ore, le scarpe dell’imprenditore etneo si sono riempite di sassolini.  «Non è stato un affidamento diretto, questo va chiarito», tiene a specificare a MeridioNews Carbone, che in passato ha lavorato come responsabile marketing del Catania Calcio. La puntualizzazione è corretta: nel decreto con cui la Regione ha impegnato oltre 29mila euro, comprensivi di Iva, si specifica che la scelta è avvenuta selezionando la World 2.0 sul Mepa, il mercato elettronico della pubblica amministrazione. Da Palermo è partita quella che in gergo viene chiamata una Rdo, ovvero una richiesta di offerta a un operatore economico ritenuto adeguato a soddisfare la domanda. Offerta che per la Regione è stata ritenuta congrua. 

Nello specifico l’agenzia dovrà occuparsi del coordinamento della campagna per tre mesi, dello studio dei canali in cui i messaggi promozionare saranno trasmessi, oltre che di una dozzina di immagini e della realizzazione di cinque spot in italiano e in inglese che dovranno sottolineare i punti di forza della Sicilia, tra natura, cultura e buon cibo. «Spiace vedere che ogni cosa venga strumentalizzata per fini politici – continua Carbone -. Posso dire che i ragazzi che hanno lavorato a questa campagna, in condizioni peraltro non semplici per via del distanziamento sociale, ci sono rimasti male nell’assistere a queste reazioni».

Di reazioni, invece, Carbone non ne ha quando, a proposito di rapporti con la politica, si fa cenno all’amicizia con l’assessore al Turismo Manlio Messina. Con cui ha mantenuto i rapporti anche durante la pandemia, usando, come un po’ tutti, le opportunità offerte dalla tecnologia. A testimoniarlo uno screenshot di una videochiamata di gruppo in cui Carbone e Messina partecipano con le proprie famiglie. «Non ricordo questo fatto, ma è possibile. In ogni caso si tratta di un fatto privato, che nulla ha a che vedere con i rispettivi lavori. Lavoriamo nel settore da quindici anni – replica l’imprenditore -. Se poi mi si chiede se sono amico dell’assessore, rispondo: chi a Catania non è amico di Manlio Messina?».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]