Serie B, il Palermo vince all’esordio 2-0 Rosanero in salute, Perugia ko al Barbera

Buona la prima. Esordio vincente di Eugenio Corini che, tornato sulla panchina dei siciliani a distanza di quasi sei anni, può esultare per il suo primo successo casalingo da allenatore rosanero. Al Barbera va ko il Perugia, punito con il risultato di 2-0 nella prima giornata del campionato di serie B. È un Palermo non facilmente decifrabile quello che si è presentato oggi ai nastri di partenza del campionato di B, categoria che i rosanero ritrovano dopo tre anni. La squadra è ancora un cantiere, davanti al quale è esposto ancora il cartello “lavori in corso” come dimostrano peraltro la cessione del capitano De Rose al Cesena e le trattative molto bene avviate per i centrocampisti Segre e Stulac, e non ha ancora una struttura funzionale alle esigenze del nuovo allenatore Eugenio Corini. Tecnico che, per fare un esempio, predilige di solito un centrocampo a tre e che invece, avendo gli uomini contati nella zona nevralgica del campo, è stato costretto oggi a dare continuità al modulo del suo predecessore (il 4-2-3-1) in attesa di novità provenienti dal mercato.

Eppure, pur non essendo ancora un prodotto finito, il gruppo ha delle importanti risorse caratteriali e può sfruttare un fluido, alimentato dall’entusiasmo post-promozione e oggi in particolare dal calore dei 21.835 spettatori presenti sugli spalti, che permette di superare gli ostacoli e affrontare senza patemi le situazioni di difficoltà. E la spinta dei tifosi ha contribuito certamente a dare ai rosa una spinta in più, quell’energia che nel primo tempo ha consentito di stare in campo in maniera ordinata, leggere i momenti con lucidità e creare i presupposti per spostare l’ago della bilancia dalla propria parte. E’ successo, dopo una fase di studio priva di occasioni da gol, al 24’ con il calcio di rigore procurato da Lisi per un fallo ai danni di Elia servito da Floriano al culmine di una ripartenza nella quale i padroni di casa si sono ritrovati in una situazione di superiorità numerica. Rigore trasformato da Brunori (ventiseiesima rete nell’anno solare per il numero 9) e ospiti in dieci uomini per l’espulsione (fallo da ultimo uomo) del numero 23.

I due rosa “entrati” nel gol che ha sbloccato il risultato si sono resi protagonisti anche al 48’: sugli sviluppi di un altro contropiede sul quale la compagine guidata da Castori si è fatta trovare nuovamente impreparata, l’attaccante italo-brasiliano serve Elia che, solo davanti al portiere, sigla il 2-0 ma il suo gol viene annullato dall’arbitro, richiamato dal Var, per una millimetrica posizione di fuorigioco del numero 77 che in quanto ex Perugia non aveva esultato. Possono tirare un sospiro di sollievo ma resta il fatto che gli umbri, imballati e oltretutto in dieci, soffrono la verve dei rosanero. E l’inerzia del match è a favore dei padroni di casa.

Considerazione supportata anche dai segnali emersi nel secondo tempo introdotto da una punizione di Valente che lambisce il palo alla sinistra del portiere Gori. Tenere il risultato in bilico è comunque rischioso. Se ne accorge il Palermo al 17’ quando Melchiorri, servito da Kouan (minaccioso qualche minuto prima con un destro a lato) sugli sviluppi di un’azione alimentata da Casasola dopo uno stop errato del neo-entrato Stoppa, spreca una ghiotta palla gol con un diagonale di sinistro che termina di un soffio sul fondo. Per mettere il punto esclamativo sul match i padroni di casa dovrebbero fare il secondo gol. Che arriva al 24’ e che vede ancora protagonista la premiata ditta Brunori-Elia. Assist smarcante del numero 9 e rete dell’esterno offensivo che questa volta può festeggiare (non lo fa in quanto ex) senza avere bisogno di aspettare eventuali responsi del Var.
Il Palermo gioca in scioltezza e va vicino al terzo gol prima con Brunori, servito da Stoppa, e poi con lo stesso Stoppa con un tiro di destro di poco alto sopra la traversa. Ispirato il numero 39, bravo a confezionare anche un assist per l’esterno destro Buttaro il cui tiro-cross rasoterra, tuttavia, termina di poco a lato.


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

La notizia della morte di Ubaldo Ferrini ha aperto nella mia mente una caterva di finestrelle come pop-up. Finestrelle alle quali non saprei neanche dare un ordine preciso. Ricordi forse anche sbagliati (chiedo ai lettori di correggermi ove sbagliassi), ma di una cosa sono certo: questi pop-up sono uniti da un filo conduttore a cavallo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]