Ragusa, sito per chiedere opinione dei cittadini Dalle spiagge ai parchi, si vota sulle soluzioni

Il concetto di democrazia partecipativa del Movimento 5 Stelle, si sa, passa attraverso il web. Sulle piattaforme digitali ci si incontra e confronta, si vota e si decide. In linea con questo modus di fare politica, nella pentastellata Ragusa è partito il progetto pilota Voto facile.

Ideato dalla società d’informatica A2E, Voto Facile è una start up tutta ragusana creata da un gruppo di giovani per conoscere, attraverso semplici consultazioni online, l’opinione dei cittadini su determinate questioni di cui, in un secondo momento e in base ai risultati, si occuperà l’amministrazione comunale. Il software è entrato ufficialmente in uso l’1 aprile e, al momento, sta interrogando i ragusani sul tipo di destinazione che vorrebbero per il City, locale all’interno del parco Giovanni Paolo II di Via Natalelli. Ultimo giorno utile per esprimere la propria preferenza sarà il 15 maggio, quindi si passerà ai quesiti successivi.

Una consultazione seria e valida come un referendum cittadino a tutti gli effetti, ma senza i costi e l’impegno che un referendum tradizionale comporta. Si può votare solo dopo essersi registrati attraverso il numero della propria tessera elettorale, di conseguenza solo se si è maggiorenni, e ci si può esprimere una sola volta per quesito. La tutela della privacy è assolutamente garantita. Sul City di Villa Margherita Palazzo dell’Aquila, Voto Facile sta chiedendo ai cittadini se all’interno vogliono che vengano realizzati spazi espositivi e/o culturali, di promozione, d’inclusione sociale o ludico-ricreativi oppure locali commerciali.

«Sono rimasto molto affascinato dall’intraprendenza e dall’inventiva dei ragazzi della A2E – dichiara l’assessore alla promozione della democrazia diretta al comune di Ragusa, Gianluca Leggio – che sono riusciti a concretizzare un’idea semplice ma davvero innovativa e che l’hanno voluta donare alla città in forma gratuita. Il software permette ai cittadini di esprimersi su decisioni importanti per il futuro della città. Ultimata la consultazione su Villa Margherita, ad esempio, li interpelleremo sul piano di utilizzo del demanio marittimo e sulla base dei risultati metteremo mano agli atti amministrativi consequenziali. I ragusani – continua – stanno già rispondendo abbastanza bene, ma a breve inizierò un ciclo di incontri, anche nelle scuole superiori, per pubblicizzare il più possibile il progetto e invitare tutti al voto».

Allo stato attuale Vota Facile è un servizio legato alla durata della legislatura del sindaco Federico Piccitto, che lo ha lanciato in esclusiva. Già in altre parti della provincia e d’Italia, però, l’idea sta riscuotendo successi e qualche ente pubblico sta valutando l’acquisto. 

Il servizio è inserito anche all’interno dell’altra piattaforma virtuale a 5 stelle del capoluogo ibleo destinata a cittadini e turisti, ossia l’app Città di Ragusa. Creata dalla società GrowApp, a cui l’amministrazione ha affidato anche la gestione per due anni, l’app è stata finanziata con 12mila euro che arriveranno dalla tassa di soggiorno. È già scaricabile, consultabile in italiano e in inglese, e non appena si apre è possibile scegliere se richiedere i servizi connessi alla sfera del turismo e del tempo libero, oppure a quelli del Comune. Nel primo caso si aprirà una schermata che permetterà di scoprire gli eventi in programma, dove svolgere le proprie attività e fare shopping, le previsioni meteo e i servizi di pubblica utilità; cliccando, invece, sulla sezione Comune e cittadini si può interagire con gli uffici comunali, tenersi aggiornati con le notizie, accedere all’Ecoportal per sapere tutto sulla raccolta differenziata, contattare la protezione civile e, per l’appunto, accedere alla sezione Voto Facile per disegnare, con un click, la Ragusa di domani. 


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]