Racconti scritti e disegnati da alunni della elementare «Progetto per stimolare creatività e consapevolezza»

Fughe Fantastiche. Quelle che attraverso la scrittura e la lettura hanno compiuto i piccoli alunni della 5 C e 5 D della scuola primaria Pascoli Crispi di Messina. Dieci racconti tanti quanti i gruppi i cui sono stati divisi i 55 ragazzini che li hanno ideati. Un volume donato alle famiglie in occasione della recita di fine anno dalla maestra Letizia Noto, che quest’anno ha chiuso la carriera scolastica dopo aver formato generazioni e generazioni di studenti. Entusiasta del progetto e della sua realizzazione la dirigente scolastica Giusy De Luca che ha ricevuto anche lei in dono il volume dei piccoli scrittori che si affacciano adesso alla nuova avventura delle scuole medie. 

«Ciascuno di questi racconti racchiude un viaggio fantastico che porta i protagonisti ad attraversare portali, cercare pietre misteriose, combattere contro esseri mostruosi e scienziati folli», spiega. Ma non solo, grazie alla fantasia degli alunni, i protagonisti dei racconti vivono le più disparate avventure: «Volano sull’unicorno, si imbattono in robot ultramoderni, maghi bizzarri e vecchi sovrani e riescono persino a esorcizzare la paura del coronavirus, quel virus che inevitabilmente ha cambiato le loro vite come quelle di tutti noi ma che grazie al lavoro svolto dalle insegnanti è stato possibile trasformare questa esperienza in un racconto. La fantasia degli alunni – continua la dirigente – ci riporta nel passato e ci proietta nel futuro perché non conosce limiti né confini spaziali e temporali». 

Il libro, composto da 114 pagine, è stato regalato ai genitori a testimonianza di quanto fatto dai loro figli nel corso del progetto Scrittura creativa: scrittori si diventa, coordinato dalla maestra Noto. «Parlare e scrivere correttamente, oltre a rendere possibile un’efficace comunicazione con gli altri, aiuta ad esprimere quella matassa di emozioni e situazioni a volte intricatissima che costituisce ciò che i ragazzi sperimentano quotidianamente a scuola. Questo progetto didattico ha puntato a ottimizzare attraverso la tecnica della scrittura creativa, le emozioni e la lettura la capacità di raccontarsi e di conoscersi». Attraverso le invenzioni della scrittura gli alunni hanno ampliato il proprio lessico, riuscendo a comunicare meglio anche i propri stati d’animo, ma anche a creare ambientazioni personaggi e costruendo dialoghi. «Gli alunni hanno sviluppato la capacità di autovalutare il proprio lavoro cogliendone sia i punti di forza, sia i punti di debolezza». Tale consapevolezza nella revisione dei propri lavori e più in generale delle loro scelte rappresenta, sottolinea la docente, «il primo gradino della loro crescita personale culturale». 

Dal titolo ai testi fino ai disegni che accompagnano i dieci racconti, i gruppi in cui sono stati suddivisi gli alunni hanno dato libero sfogo alla loro fantasia. Nascono così Il viaggio di Mirtillo e Meloncino, La squadra perfetta, Il tesoro dell’arcobaleno, Si cambia dimensione, I viaggi nel tempo, Alla ricerca della pietra perduta, London alla ricerca della gatta scomparsa, La foresta incantata, La città del futuro e Un’avventura a Fatilandia. La dedica che apre il libro recita: «A tutti i bambini… con l’augurio di poter sempre viaggiare con la fantasia». Ed è l’augurio di chi li ha accolti bambini, li ha educati e accompagnati per poi lasciarli con la consapevolezza che i semi piantati in loro daranno buoni frutti.


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

La notizia della morte di Ubaldo Ferrini ha aperto nella mia mente una caterva di finestrelle come pop-up. Finestrelle alle quali non saprei neanche dare un ordine preciso. Ricordi forse anche sbagliati (chiedo ai lettori di correggermi ove sbagliassi), ma di una cosa sono certo: questi pop-up sono uniti da un filo conduttore a cavallo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]