Premio candelora d’oro 2007

L’edizione 2007 della “Candelora d’oro” andrà al Comandante della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’armata Cosimo D’Arrigo. Riconoscimento di spicco istituito dieci anni fa dal Comune di Catania e conferito ai catanesi che si sono distinti in maniera particolare nel corso del loro ambito lavorativo e in favore del prossimo, quest’anno il premio catanese, che verrà consegnato il 2 febbraio andrà a un insigne catanese doc, noto per i suoi meriti e la sua brillante carriera. L’annuncio è stato dato lunedì mattina a Catania nella sede provinciale della Guardia di Finanza, dal Comandante Col. Agatino Sarra Fiore, dal sindaco di Catania, On. Umberto Scapagnini, dal Monsignor metropolita, Sua Eminenza Salvatore Gristina e dal Cerimoniere del Comune di Catania, il Commendatore Luigi Maina. Classe 1945, laureato in Scienze strategiche a Torino, tra gli altri incarichi il Generale Cosimo D’Arrigo ha ricoperto il ruolo di Capo del 1° Reparto dello Stato Maggiore dell’Esercito, l’incarico abbinato di Comandante delle Forze Operative Terrestri e del Joint Command South, mentre da luglio 2005 a maggio 2007 ha ricoperto la carica di Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa per ricoprire dal 1° giugno la carica di Comandante generale della Guardia di Finanza.

Il due febbraio, per la Chiesa cattolica è anche il giorno della candelora, ossia della luce divina, nella Corte del Palazzo degli elefanti, alle ore 19, dopo l’accensione della lampada votiva, il sindaco Umberto Scapagnini  consegnerà la decima edizione del premio “la Candelora d’oro” al Generale. Il sindaco, che per l’ottava volta ha avuto il piacere di annunciare il conferimento del premio che proprio in questa edizione racchiude tutti i valori con i quali è stato pensato. “ Il premio di quest’anno racchiude due elementi – ha dichiarato il sindaco Scapagnini – Da una parte intendiamo riconoscere il ruolo fondamentale della Guardia di finanza che sta svolgendo attività straordinaria a livello nazionale e cittadino, sia per la loro attività tradizionale e della sicurezza, e allo stesso tempo intendiamo riconoscere i suoi meriti a un catanese che è al vertice di una delle componenti più importanti del nostro paese, che è proprio catanese”.

Il premio Candelora d’oro rappresenta uno dei simboli più forti tra la città di Catania e la sua santa patrona. Ideato dal Commendatore Luigi Maina – cerimoniere di Palazzo degli Elefanti e presidente delle celebrazioni in onore di Sant’Agata – con modestia ricorda che ad avere l’idea fu lui, al rientro da un viaggio da una città del Nord Italia nella quale assegnavano un riconoscimento che mettesse in luce l’operato dei cittadini illustri. “Questo premio è nato dieci anni fa per esaltare la fede e l’amore che il catanese ha per la città di Catania – spiega Maina – e intende porre l’accento anche sui quartieri di provenienza dei premiati: Igor Man, premiato nel 2005, è di Cibali ed avergli conferito il premio per noi ha significato portare alla ribalta nazionale un riconoscimento così importante per noi catanesi”.

Il Comandante, Col. Agatino Sarra Fiore ha annunciato la presenza del Generale Cosimo D’Arrigo in città per la cerimonia di ritiro del premio e per tutta la durata dei festeggiamenti in onore della santa patrona. Monsignor Salvatore Gristina ha invitato i catanesi a guardare questo premio con gli occhi della fede: “La Candelora d’oro fa riferimento certamente alle candelore che ammiriamo durante i festeggiamenti agatini, ma vuole ricordarci il dovere di imitare la luminosità di Sant’ Agata. La Candelora è un segno luminoso, ciò significa che noi tutti dobbiamo comportarci con correttezza”. 
Nei giorni dei festeggiamenti in onore della patrona di Catania, ci sarà anche una mostra internazionale dedicata a lei.

 

Candelora d’oro. Elenco di tutti i premiati delle passate edizioni:

1998 – Enzo Bianco – sindaco di Catania
1999 – Turi Ferro – attore
2000 – Angelo Majorana – decano di Medicina
2001 – Luigi Bommarito – Arcivescovo Metropolita di Catania
2002 – Roberto Triozzi – comandante dei VV.FF. dell’Onu a New York
2003 – Attilio Basile – decano di Medicina
2004 – Associazione Andos – Donne operate al seno.
2005 – Igor Man – giornalista e inviato di guerra.
2006 –  Cardinale Salvatore Pappalardo

2007 –  Generale Cosimo D’Arrigo – Comandante Generale della Guardia di Finanza.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]