Politiche 2018, risultati Resuttana-San Lorenzo: si impone il M5s Penna batte Cascio, eletto Di Piazza. Grasso vicino al 6 per cento

Per la Camera dei deputati e per il Senato quello di Palermo-Resuttana-San Lorenzo è uno dei collegi chiave. Tra gli uninominali sicuramente uno dei più interessanti per le sfide. Alla Camera si impone o il Movimento Cinque Stelle: Aldo Penna uno degli esterni del M5s, scrittore ed ex militante dei radicali e dei socialisti vince con il 48,2 per cento e 54,382 preferenze. Alle scorse elezioni comunali era stato designato assessore all’Ambiente nella squadra di Ugo Forello, attuale capogruppo al Consiglio comunale per i pentastellati. La lista ottiene invece il 48 per cento con 52,600 preferenze.

Segue al 30 per cento e 34.777 preferenze uno dei big di Forza Italia Francesco Cascio, che ha militato per un periodo nell’Ncd di Alfano. Ex presidente dell’Ars, Cascio è stato lontano per diverso tempo dalla vita politica dopo che era stato coinvolto in alcune vicende giudiziarie. A novembre dell’anno scorso è stato assolto in appello dall’accusa di corruzione. 

Leopoldo Piampiano, ex consigliere comunale del Pdl, poi passato a Sicilia Futura e candidato di coalizione del centrosinistra ottiene invece il 13,7 per cento e 15.500 voti.Erasmo Palazzotto (Leu) a caccia della riconferma alla Camera dei deputati dove era approdato con Sel per la prima volta nel 2013 sfiora le 5mila preferenze (4.855) e si ferma al 4,3 per cento,

Sempre nel collegio Palermo Resuttana troviamo Rosaria Claudia Sirchia per Casapound, Maruzza Battaglia di Potere al popolo e Anna Maria Lucido de Il popolo della famiglia.

Anche al Senato si impongono nettamente i pentastellati: eletto Stanislao Di Piazza con ben 87301 preferenze e il 43 per cento dei voti. Secondo Giulio Tantillo, uno degli uomini di punta di Forza Italia con il 30,32 per cento e 60.363 voti seguito da Teresa Piccione per il centrosinistra con il 16, 65 per cento e 33.154. Nessun exploit per Pietro Grasso che nel suo collegio arriva al 5,81 per cento, comunque sopra i risultati di Leu nel resto dell’isola.

Tra i plurinominali alla Camera da segnalare la corsa di Fabio Giambrone, braccio destro di Leoluca Orlando, Mila Spicola, architetta, insegnante e scrittrice, ex vicesegretaria regionale del Pd, Carlo Di Pisa, consigliere comunale a Palermo con alle spalle un ottimo risultato alle amministrative di giugno, Valeria Grasso, imprenditrice e testimone di giustizia, già candidata col Megafono alle Regionali. Per Insieme chiude il cerchio l’ex pentastellata Claudia Mannino, che ha lasciato il movimento di Grillo dopo lo scandalo firme false a Palermo.  


Dalla stessa categoria

Lascia un commento