Palermo, quanti regali dal portiere Posavec Rimane invariata la distanza dall’Empoli

Il Palermo esce sconfitto dallo stadio Olimpico di Torino, con la squadra granata capace di imporsi in rimonta per 3-1 grazie a una tripletta di Belotti arrivata nel corso della ripresa. La prima occasione della gara è per i padroni di casa: Chochev perde una palla velenosa a centrocampo, Belotti scappa e prova il sinistro, ma Posavec respinge. I rosa rispondono subito: passaggio all’indietro di Belotti che mette in difficoltà Hart, Nestorovski lo pressa e per poco non lo beffa. Al 23’ granata pericolosi: Belotti serve Iago Falque che da fuori però calcia alto. Due minuti dopo, tiro al bersaglio: ci provano Belotti, Iago Falque, Boyè e Barreca, la difesa siciliana si salva in qualche modo. 

Alla mezz’ora, Palermo in vantaggio: azione personale di Rispoli che prende palla a centrocampo e fa partire un destro che non lascia scampo ad Hart. Otto minuti dopo, granata pericolosi con un colpo di testa di Belotti che termina di poco a lato. I rosa cincischiano un po’ troppo dietro e Baselli conclude debolmente verso la porta di Posavec. In avvio di ripresa, Mihajlovic inserisce Ljajic per Boyé e proprio il serbo al 54’ spara incredibilmente alto da buona posizione. Nel frattempo i siciliani perdono Rispoli per infortunio, dentro Morganella. Padroni di casa vicini al pari al 61’, quando Posavec è costretto ad anticipare il neo entrato Maxi Lopez. Il Torino spinge alla ricerca del pari, ci provano Falque e Ljajic, Lopez a questo punto si copre con l’ingresso di Gonzalez. 

Al 74’ il gol del pari del Torino: sugli sviluppi di un corner, Posavec esce a vuoto e Belotti comodamente appoggia in rete di testa. Due minuti più tardi, altro calcio da fermo, Aleesami e Chochev non seguono il movimento di Belotti che con una girata di destro mette in rete. Al 78’, il Palermo resta in dieci per l’espulsione di Balogh (doppio giallo), due minuti dopo il tris del Toro ancora con Belotti e ancora grazie a un’uscita sbagliata di Posavec. Sostanzialmente la gara finisce qui, la contemporanea sconfitta dell’Empoli lascia invariati i sette punti di svantaggio sui toscani.

LE PAGELLE

Posavec 3 La squadra fa, lui distrugge. Senza volere sparare sulla croce rossa, il portiere rosanero si rende ancora una volta protagonista in negativo: l’uscita sbagliata su un corner consente a Belotti di pareggiarla, poi si ripete su una punizione e il Gallo comodamente mette in rete.

Rispoli 7 Una grandissima prestazione da parte del terzino destro, vero e proprio treno sulla sua fascia di competenza. Alla mezz’ora tira fuori dal cilindro un destro imprendibile per Hart, portando in vantaggio i suoi. Costretto a dare forfait nella ripresa per un infortunio. Dal 55’ Morganella 5,5 Entra nel momento più difficile della partita, per di più a freddo, quando il Torino deve assolutamente recuperare il risultato.

Cionek 5,5 La difesa soffre tanto contro uno degli attacchi più prolifici del torneo e non potrebbe essere altrimenti, ma se non altro lui e il compagno di reparto lasciano pochi varchi. Dall’85’ Diamanti s.v. Pochi minuti in campo e un calcio di punizione debole che Hart blocca senza problemi.

Andelkovic 5,5 Gara quasi sufficiente anche quella del difensore sloveno che deve tenere a bada Belotti e compagnia bella e riesce nell’intento per oltre un’ora di gioco. L’intensità difensiva cala inevitabilmente dopo il gol del pari e poi rischia di prendere un’imbarcata.

Aleesami 5 Buon primo tempo per il terzino sinistro che si disimpegna bene anche in fase difensiva, non concedendo troppo spazio allo spagnolo Iago Falque. Nella ripresa sbaglia in occasione del secondo gol di Belotti, quando lo perde dopo il calcio di punizione.

Gazzi 6 Tutto sommato la sua è una gara di sostanza contro il suo passato. Oltre a un paio di palloni persi dal numero 14, il centrocampista gioca una buona partita, ripiegando continuamente in difesa quando necessario.

Chochev 5 Gara discreta per il bulgaro, anche se nella prima frazione rischia grossissimo perdendo un pallone velenoso a centrocampo, con Belotti lanciato a rete. Nella seconda frazione sparisce dal gioco e in complicità con Aleesami si perde Belotti in occasione del secondo gol.

Sallai 6 Prestazione smaliziata per il giovane ungherese che complice anche la sua freschezza si propone spesso in avanti, pur sbagliando un appoggio facile in occasione di un contropiede. Dal 64’ Gonzalez 5 Lopez lo inserisce per coprirsi, ma il Torino spinge molto e nonostante la sua presenza la squadra prende tre gol in meno di dieci minuti.

Bruno Henrique 6,5 La posizione di trequartista sembra giovargli molto e il brasiliano gioca un’ottima gara sia in fase di spinta sia in fase di recupero e di impostazione. Si inserisce spesso in avanti e sfiora il gol di testa, non arrivando su un cross dalla sinistra.

Balogh 5 Sarebbe una buona prestazione, la sua, con le falcate mette spesso in apprensione la retroguardia granata. Ma paga la grandissima ingenuità commettendo un fallo che gli vale il secondo giallo, lasciando in dieci i suoi.

Nestorovski 5,5 L’impegno come sempre non manca, stavolta è assistito un po’ di meno dai compagni che, complice anche il gol del vantaggio, spingono di meno in avanti. Ha un paio di buone occasioni, ma non riesce a colpire con potenza.

Lopez 5,5 Nulla da dire sull’interpretazione della gara da parte dei suoi, con la squadra che non rinuncia a giocarsela e fa di tutto per portare a casa un risultato positivo. Nella ripresa tutto è vanificato dagli errori individuali, la salvezza resta molto lontana e ogni giornata che passa la situazione diventa sempre più difficile.

Torino: Hart 6, Zappacosta 6, Rossettini 6,5, Moretti 5,5, Barreca 6, Gustafson 5,5 (61’ Maxi Lopez 6,5), Lukic 5,5, Baselli 6, Iago Falque 5,5 (72’ Iturbe 6), Boyé 5 (46’ Ljajic 6,5), Belotti 8,5. All. Mihajlovic 7.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Circa due tonnellate. È la quantità di rifiuti raccolta da oltre tremila studenti e studentesse di undici Comuni del territorio del Calatino durante le giornate di plogging organizzate da Kalat Ambiente Srr. «L’obiettivo del nostro campionato – spiegano dall’ente che si occupa di pianificazione, programmazione e affidamento della gestione del ciclo integrato dei rifiuti – […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]