Morte piccola Marta: «Nessun incidente» Si fa strada l’ipotesi del malore improvviso

Si fa strada l’ipotesi del malore tra le possibili cause della morte della piccola Marta, la bambina di dieci anni caduta a terra esanime durante l’ora di educazione fisica all’istituto Vittorio Emanuele Orlando di San Lorenzo. 

Nel pomeriggio di ieri la preside della scuola media di via Lussemburgo, Virginia Filippone, aveva smentito categoricamente che si potesse trattare di un incidente, nonostante alcuni racconti carpiti dai cronisti durante la concitazione delle prime battute. A ciò si aggiunge tuttavia anche quanto trapela da fonti sanitarie, secondo cui dopo un primo esame del medico legale, non ci sarebbero ferite al capo

I primi a soccorrere la bambina dopo la caduta sono stati gli insegnanti, mentre l’ambulanza non si è fatta aspettare, ma non c’è stato niente da fare, ogni tentativo di rianimare la bambina è stato vano. Ogni conclusione è stata comunque rimandata a dopo l’autopsia, che è stata disposta dalle autorità giudiziarie. Secondo persone vicine alla famiglia della piccola, la bambina non soffriva di particolari patologie. Prosegue comunque l’indagine dei carabinieri della compagnia di San Lorenzo.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento