Adrano, pretende le chiavi di una casa dei genitori e minaccia di uccidere i nipotini

Una accesa lite con i familiari per ottenere le chiavi di un appartamento in cui andare a vivere. Arrestato un pregiudicato 44enne di Adrano (nel Catanese) con l’accusa di atti persecutori. L’uomo è stato anche denunciato dai carabinieri di Santa Maria di Licodia che sono intervenuti nell’appartamento di Adrano dove hanno trovato ancora tutta la famiglia. Dalle indagini è emerso che il 44enne già da tempo era entrato in contrasto con il padre, il fratello e la cognata a causa delle sue pressanti e continue richieste di denaro e della pretesa di ottenere la disponibilità di alcuni immobili del genitore. Richiesta a cui il padre si sarebbe opposto.

Da questo sarebbe scaturita la lite durante la quale il 44enne ha minacciato i familiari e chiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Paternò per accedere all’immobile. I familiari hanno poi raccontato ai militari che, da diversi mesi, il 44enne avrebbe avuto comportamenti del genere, sottoponendoli a costanti e gravi intimidazioni, anche di morte. Tra le minacce anche quella di uccidere i nipoti con un coltello o con la pistola dei carabinieri, qualora fossero stati chiamati a intervenire in casa.

Anche davanti ai carabinieri, l’uomo ha continuato a rinnovare l’intenzione di entrare in possesso dell’immobile con la forza. Sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un coltello con la lama della lunghezza di 17 centimetri. L’arma è stata sequestrata. L’uomo è stato arrestato e portato sottoposto a nella casa circondariale di piazza Lanza a Catania. L’autorità giudiziaria ha già convalidato l’arresto.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento