Sea Eye 4 attende al largo di Augusta con 106 persone a bordo Palermo disponibile ad accoglierli. «Inaccettabili i no di Malta»

La Sea Eye 4 attende al largo di Augusta l’autorizzazione allo sbarco con l’indicazione di un porto. Le 106 persone, soccorse in due diverse operazioni nel Mediterraneo, provengono da Egitto, Nigeria, Sudan, Sud Sudan e Siria. Tra loro ci sono anche 22 bambini, secondo quanto riferito dalla ong tedesca. Dopo avere avuto il no da parte di Malta per lo sbarco dei naufraghi, ha chiesto un porto di sbarco alle autorità italiane. 

«In questo momento in cui l’Europa è impegnata a salvare le vite di tanti ucraini vittime di un’assurda guerra – ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando – Malta non può continuare a ignorare il dramma di quanti muoiono e cercano di sopravvivere nel Mediterraneo». Si tratta dell’ennesimo respingimento da parte delle autorità maltesi. «È inaccettabile – ha proseguito Orlando – e aumenta le sofferenze e le morti nel Mediterraneo. Palermo è disponibile all’accoglienza», ha ribadito il primo cittadino. 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento