La deputata Pd Debora Serracchiani in tour in Sicilia «Regionali 2022? L’intesa con M5s è fondamentale»

«Non abbiamo un problema a individuare i nostri ideali, i nostri valori, i nostri principi. Noi stiamo dando dei segnali in questo senso per i diritti civili ma anche per l’economia. Se vogliamo che emerga il lavoro nero, che ci sia una speranza per i giovani, per le donne, l’impegno che ci siamo presi è di creare consenso attraverso risposte concrete ai bisogni delle persone». Più che mai decisa in ciò che bisogna fare per l’Italia di domani Debora Serracchiani, capogruppo alla camera dei deputati del Partito Democratico, oggi ospite del gruppo RMB

L’ex presidente del Friuli-Venezia Giulia non mostra dubbi, convinta nel percorso che il Pd sta portando avanti. All’indomani del sondaggio che vede i dem al primo posto, sorpassando così la Lega, non si nasconde dietro ad un dito e ammette che la sfida da cogliere, giorno dopo giorno, è piuttosto ardua. A maggiore ragione in un partito che da anni si è posto come sintesi tra forze di centro e di sinistra per frenare i nazionalismi e le spinte razziste. 

«In questi mesi con il segretario Letta – spiega ai microfoni di Radio Fantastica – ci siamo impegnati a recuperare spazio politico, a sostenere il governo Draghi convintamente, a lavorare sul piano nazionale di ripresa e resilienza, a cercare di uscire dalla pandemia. Noi dobbiamo essere pronti ad immaginare un’Italia per le prossime generazioni». Ma intanto bisogna pure pensare alle prossime scadenze elettorali con le amministrative, dopo questa estate, e le regionali in Sicilia nel 2022. «Il campo del centrosininstra – continua – è tutto da costruire. I rapporti sempre più stretti con il Movimento 5 Stelle sono fondamentali anche perché abbiamo la necessità di trovare il terreno sul quale condividere. Qui in Sicilia è un rapporto che sta andando avanti, molto prezioso e che vogliamo rafforzare. È un lavoro di tessitura che sta facendo il nostro segretario, Anthony Barbagallo. Vogliamo allargare il campo del centrosinistra anche perché il centrodestra è abbastanza chiaro sebbene in evoluzione. I moderati non credo che si accaseranno tutti volentieri in casa di Meloni o Salvini. C’è da costruire un rapporto stretto con un centro che in questo momento può sembrare troppo affollato ma che può avere degli spazi nel centrosinistra». 

E all’indomani del richiamo di Papa Francesco sulle morti dei migranti nel Mediterraneo, Serracchiani dice chiaramente ciò che pensa in merito: «Guardo con grande interesse a ciò che il Ppapa dice perché sui temi ambientali, sui temi dell’immigrazione, sulla famiglia abbiamo solo da imparare, ascoltare e mettere in pratica. Sentire il Papa definire, quella che è stata un’iniziativa per noi del Partito Democratico fondamentale sull’assegno unico, una “svolta epocale” per il Paese significa che siamo allineati su una idea di famiglia importante che per questo Paese deve esserci».


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

La notizia della morte di Ubaldo Ferrini ha aperto nella mia mente una caterva di finestrelle come pop-up. Finestrelle alle quali non saprei neanche dare un ordine preciso. Ricordi forse anche sbagliati (chiedo ai lettori di correggermi ove sbagliassi), ma di una cosa sono certo: questi pop-up sono uniti da un filo conduttore a cavallo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]