I Comuni siciliani immortalati dall’alto attraverso un drone «Ho iniziato con Centuripe. Ha la forma di un uomo sdraiato»

Lo scatto di Centuripe realizzato con il drone lo ha fatto conoscere fuori dai confini italiani. La foto dell’antico paese siciliano realizzato dal 32enne Pio Andrea Peri ha conquistato l’attenzione del quotidiano britannico Daily Mail che gli ha dedicato un articolo lo scorso febbraio. La storia di Pio è quella di chi scopre un talento nascosto sfruttando un momento di sconforto come il primo lockdown da Covid-19. Perché è proprio durante quel periodo che, messa da parte la sua professione di rosticciere, scopre la passione per il mondo della fotografia e dei droni.

Originario di Giardini Naxos, ha deciso che non poteva starsene senza far nulla. «Non si poteva uscire – racconta a Meridionews – così con la mia compagna abbiamo deciso di studiare per prendere l’attestato per la guida dei droni». Quando il lockdown è finito Peri ha messo in pratica quelle giornate di studio scoprendo un mondo che adesso è possibile ammirare attraverso le sue produzioni. E la foto di Centuripe ne è un chiaro esempio. «Curiosavo su Google Earth quando mi sono imbattuto in questo paese. Sembrava avere la forma si un uomo sdraiato sulla collina. Ho deciso che dovevo andare di persona». E così ha fatto. Con il suo drone ha cominciato l’esplorazione dall’alto di Centuripe. 

«Prima di riuscire a imprimere in foto quello che i miei occhi attraverso il visore del drone avevano percepito ho dovuto usare più scatti a causa del limite di altezza del drone. Ho sovrapposto circa 18 scatti manualmente in post-produzione e ci sono volute due ore di editing, ma sono contento del risultato che ho ottenuto – racconta -. Ho pubblicato lo scatto sui miei profili social e da lì è cominciato il passaparola». Molti hanno insinuato che la foto fosse stata ritoccata per ricreare questo incredibile effetto, ma lo stesso giornalista del Daily Mail si è messo in contatto con me per chiedermi come avessi realizzato questo scatto».

Centuripe nella foto diventata virale ha la silhouette di una persona con le braccia e le gambe distese. «Proprio questa forma bizzarra ha spinto a credere che avessi disegnato la foto al computer. Quando hanno capito la verità cercando su Google Earth molti di loro si sono scusati personalmente». A non lasciarsi sfuggire il successo che Centuripe ha ottenuto grazie al fotografo nassioto è stato il sindaco che ha persino allestito una mostra su di lui.

Le sue foto, che è possibile ammirare sui profili Instagram e Facebook, catturano scorci dei più bei Comuni del messinese e della Sicilia che fa conoscere pubblicando immagini di monumenti e sculture presenti sull’Isola scattate con l’ausilio del drone. Foto che gli hanno permesso di approdare con i suoi filmati alla Bit di Milano per conto della Regione. Il labirinto di Arianna, Grammichele e l’eruzione dell’Etna ripresa da Giardini Naxos, l’argimusco di Montalbano lo hanno fatto conoscere al pubblico dei social, ma anche alle riviste di settore. «L’uomo – conclude – ha bisogno davvero di vedere il mondo, così come la vita, da una prospettiva diversa per potersi ancora meravigliare». Ed è forse questo il segreto del suo incredibile successo.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento