Corso Italia, otto moto rubate in una notte Nel salotto buono aumentano i casi di furto

Ancora furti di mezzi a due ruote in corso Italia. Ma in questo caso seriali. Dopo i casi segnalati da due lettori di MeridioNews, una banda – dal numero di componenti ancora imprecisato – ha scassinato nella notte tra domenica e lunedì numerosi garage di condomini lungo corso Italia e nella zona di Ognina. Oggetto del furto sono state otto moto di grossa cilindrata. A indagare è la questura di Catania, dopo che i proprietari hanno sporto denuncia nei commissariati distaccati. Non è da escludere che i ladri abbiano agito su commissione: sapevano infatti cosa cercare e dove. 

Da quanto ricostruito dalla polizia, i malviventi hanno colpito proprio nel momento in cui sulla città era in corso una forte pioggia. Un momento non casuale, considerate le strade deserte e i cittadini per lo più in casa. Aggirandosi tra i garage della zona, i ladri hanno scassinato le saracinesche e gli ingressi delle autorimesse, mettendo fuori uso alcuni sistemi d’allarme. Il bottino è stato di otto costose moto – il cui valore totale è però ancora da accertare -, tra cui anche una Harley-Davidson. Al momento, gli investigatori stanno visionando i filmati dei sistemi di video sorveglianza della zona per cercare di risalire ai componenti della banda.

Le denunce di furto nella zona sono in continuo aumento. Lunedì mattina è toccato a un’avvocata che non ha più trovato il suo scooter parcheggiato nella zona del palazzo di giustizia. A lei, come cartina di tornasole della situazione del salotto buono della città, aveva risposto un vigile urbano: «Mediamente qui i ladri si portano via due mezzi a settimana». Ad agosto, tra le vittime dei malviventi era finito un altro lettore di MeridioNews che, dopo avere subito tre furti, aveva anche deciso di scrivere una lettera alle autorità cittadine. Perché, nonostante a privarlo della sua vespa fossero stati i ladri, «la responsabilità è sempre di chi guida, di chi allena, di chi amministra», scriveva. Ma la sua missiva non ha mai ricevuto una risposta. 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento