Coderdojo e l’informatica a misura di bimbi «Per imparare a programmare divertendosi»

Dagli specchi ustori a Facebook con un solo ingrediente – la fantasia – da mettere in campo in una giornata gratuita di laboratori e conferenze informatiche dedicata ai bambini. A organizzarla a Catania sabato 5 ottobre è l’associazione etnea no profit di respiro internazionale Coderdojo con il supporto di Telecom Italia e la collaborazione di Google Italia, in occasione della settimana per le imprese digitali, organizzata proprio dal colosso di Mountain View.

Lo scopo è quello di insegnare ai bambini l’interazione tra elementi informatici – sia per videogioco che per siti web – con i suoi linguaggi base nonché favorire quella umana. «Durante i laboratori apprenderanno l’uso di Scratch, il linguaggio di programmazione semplificata creato dal Mit di Boston (tra le università più note al mondo nel campo della ricerca tecnologica ndr) per fare animazione come per un piccolo videogioco  – spiega Saverio Rizza, presidente di Coderdojo Catania – I bambini riescono così a creare, imparare e divertirsi allo stesso tempo. Abbiamo notato che anche i ragazzini con qualche problema di apprendimento riescono a dare il meglio di loro stessi senza il limite della sintassi e questo ci fa molto piacere».

Durante il pranzo, inoltre, i bambini saranno poi stupiti dalla possibilità di giocare senza mouse, sostituito da dei sensori che riconoscono il movimento della mano. Possibilità data dal linguaggio Scratch che loro stessi impareranno e dal dispositivo leapmotion. Un approccio più pratico che teorico che vuole rappresentare un momento di rottura con la didattica nozionistica tradizionale. Non per questo, però, la teoria verrà completamente abolita.

Per la giornata del 5 ottobre, infatti, sono previsti sia momenti di pratica ludica che di ascolto. A informare i bambini tra i sette e i dodici anni sulle nuove possibilità informatiche e a discutere con loro sul tema scelto – e cioè Gli inventori, da Archimede a Mark Zuckerberg – ci saranno i catanesi Fabrizio Ferreri, tra i creatori dell’aggregatore di contenuti generati dagli utenti sui social network Seejay, e Flavio Fazio, fondatore della piattaforma omonima che permette di creare siti web in modo semplice. Insieme al loro è previsto anche l’intervento del manager all’innovazione di Google Alfredo Morresi, che terminerà l’incontro.

E non vuole fermarsi qui l’impegno del gruppo Coderdojo catanese che, in collaborazione con il movimento internazionale senza scopo di lucro, si propone di insegnare ai più piccoli l’arte della programmazione in più occasioni. Come in una palestra, il dojo delle arti marziali appunto, dove coltivare la passione per il codice. «Vorremmo che i bambini più bravi o che hanno frequentato i corsi più assiduamente possano diventare insegnanti dei loro coetanei – aggiunge Rizza – In modo da abolire del tutto il concetto di docente e studente, perché aiuta loro a socializzare, a interagire e a imparare più in fretta».

Solo una ventina i posti a disposizione per i laboratori di sabato che si terranno presso la sede del Working Capital Accelerator, in via Novara 59, a Catania. Per prenotare basta scaricare il biglietto gratuito. Sono ammessi genitori curiosi.

[Foto di Cordojo Catania]


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Un'intera giornata gratuita di laboratori tecnologici per l'apprendimento di linguaggi per la realizzazione di videogiochi e siti web. E per scoprire la figura dell'inventore, dall'antico Archimede al moderno Zuckerberg. Un evento nato per insegnare a piccoli programmatori in erba dai sette ai dodici anni che va al di là del sapere nozionistico tradizionale. Prossimo appuntamento sabato 5 ottobre

Un'intera giornata gratuita di laboratori tecnologici per l'apprendimento di linguaggi per la realizzazione di videogiochi e siti web. E per scoprire la figura dell'inventore, dall'antico Archimede al moderno Zuckerberg. Un evento nato per insegnare a piccoli programmatori in erba dai sette ai dodici anni che va al di là del sapere nozionistico tradizionale. Prossimo appuntamento sabato 5 ottobre

Un'intera giornata gratuita di laboratori tecnologici per l'apprendimento di linguaggi per la realizzazione di videogiochi e siti web. E per scoprire la figura dell'inventore, dall'antico Archimede al moderno Zuckerberg. Un evento nato per insegnare a piccoli programmatori in erba dai sette ai dodici anni che va al di là del sapere nozionistico tradizionale. Prossimo appuntamento sabato 5 ottobre

Un'intera giornata gratuita di laboratori tecnologici per l'apprendimento di linguaggi per la realizzazione di videogiochi e siti web. E per scoprire la figura dell'inventore, dall'antico Archimede al moderno Zuckerberg. Un evento nato per insegnare a piccoli programmatori in erba dai sette ai dodici anni che va al di là del sapere nozionistico tradizionale. Prossimo appuntamento sabato 5 ottobre

Un'intera giornata gratuita di laboratori tecnologici per l'apprendimento di linguaggi per la realizzazione di videogiochi e siti web. E per scoprire la figura dell'inventore, dall'antico Archimede al moderno Zuckerberg. Un evento nato per insegnare a piccoli programmatori in erba dai sette ai dodici anni che va al di là del sapere nozionistico tradizionale. Prossimo appuntamento sabato 5 ottobre

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]