Atelier Manituana, creare gioielli riciclando i rifiuti «Dare nuova vita a ciò che viene buttato è possibile»

Dalla plastica ai pezzi di motori di automobili dismesse,fino alla pala dei fichi d’india. Sono questi i materiali da riciclo a cui Graziana Giunta dà nuova vita utilizzandoli per creare oggetti di design e collezioni di orecchini, bracciali e collane. Tutto questo accade nell’Atelier Manituana, un laboratorio creativo e un punto di ritrovo per artisti nato qualche anno fa nel cuore della Sicilia, ad Assoro, un piccolo paesino in provincia di Enna.

«Manituana – spiega Graziana a Meridionews – è un nome indiano che significa “il giardino del grande spirito” e l’ho scelto ispirandomi alla mia formazione artistica, in particolare alla pittura steineriana secondo cui l’arte diventa una parte integrante dell’educazione dell’uomo e risveglia, attraverso il creare, la ricchezza di contenuti spirituali».

Graziana è una artista e lavora anche nel campo della pedagogia e della didattica dell’arte con un occhio di riguardo per il rispetto dell’ambiente e della natura. «La mia specialità è creare opere d’arte con materiale da riciclo – racconta -. Per esempio dall’unione di pezzi di motore di macchine accantonati e bottiglie di plastica è nata una serie di lampade, candelieri e alberi di natale pensata per mettere insieme due materiali molto diversi tra loro, uno molto pesante e l’altro molto leggero».

Nel laboratorio nulla viene buttato via, dando a ogni oggetto una seconda possibilità, anche alle cose più impensate. «Le fibre essiccate delle pale dei fichi d’india le utilizzavo già dai tempi del liceo come superficie per i miei lavori grafici. Un giorno, mentre ero in atelier – ricorda Graziana – me le sono ritrovate davanti intrise di colori, piene di sfumature di vernici, ormai inutilizzabili in quel modo e ho subito pensato che era una materia prima perfetta per farne dei gioielli molto particolari».

Ambientalista e vegana, Graziana fa parte del comitato No Muos e si impegna anche con Legambiente nell’organizzazione delle giornate ecologiche durante le quali, insieme ai ragazzi delle scuole, raccolgono i rifiuti per differenziarli o riciclarli. «La mia arte – dice sorridendo – è del tutto coerente anche con la mia vita privata». 

Nel 2006, ha trascorso quasi un anno in Africa nell’arcipelago delle Comore, a Mayotte. «È stata una esperienza che mi ha segnato – confida – perché ho avuto la possibilità di insegnare sia nelle scuole locali che in una associazione facendo dei laboratori di pittura steineriana per adulti e bambini. Non avevamo a disposizione i materiali che si utilizzano solitamente e, quindi, mi impegnavo a cercare semi, foglie, parti di piante, terre e ogni materiale riciclabile. È stata dura, ma è stata anche una ottima occasione per stuzzicare la mia creatività».

Prossimamente, in occasione della sesta edizione della manifestazione Settimana delle Culture che si terrà a Palermo nel mese di maggio, l’Atelier Manituana ha organizzato in collaborazione con Emergency «un bando internazionale fra gli artisti in cui chiediamo loro di realizzare un’opera d’arte formato cartolina. A maggio poi – anticipa – ci sarà un evento di beneficenza in cui tutte le cartoline, che stanno arrivando qui in atelier da ogni parte del mondo, saranno messe in mostra e si potranno anche acquistare». Il ricavato sarà una raccolta fondi da evolvere a sostegno di Emergency, associazione umanitaria che da anni si occupa di costruire e gestire ospedali che soccorrono vittime di guerre e povertà.

«Credo che oggi ci sia bisogno soprattutto di arte, di bellezza e di solidarietà e ho pensato di metterle insieme con questo progetto. Ogni tanto si ha l’impressione di combattere contro i mulini a vento ma – conclude Graziana – io conto di continuare a poter sensibilizzare le persone al riciclo, convincendole che si può dare nuova vita a ciò che solitamente si butta».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]