Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Niente esterni per l'elezione del presidente della Repubblica
Nessuna variazione sulla scelta dei tre rappresentanti siciliani

Secondo il presidente dell'Assemblea regionale non ci sarebbe il tempo per cambiare la consuetudine, i nomi votati dai deputati usciranno dunque dalla macchina della politica regionale. Ed è già test per le coalizioni

Gabriele Ruggieri

Tante discussioni per un nulla di fatto. Ancora una volta complice la tempistica e la scarsa reattività e i tre grandi elettori che voleranno a Roma per l'elezione del presidente della Repubblica saranno tre figure interne alla macchina politica regionale nominate tramite voto dall'Assemblea. Si rivela dunque solo una suggestione quella relativa all'apertura a elementi esterni come la sindaca di Termini Imerese, Maria Terranova, proposta da Claudio Fava, così come il nome ventilato negli ultimi giorni di Giancarlo Cancelleri. 

Secondo il presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè, che non si è detto comunque contrario alla novità, non ci sarebbe infatti il tempo per cambiare la consuetudine. Si procederà così al voto, che potrebbe comunque essere un segnale importante per saggiare gli equilibri tra le coalizioni, in particolare tra le fila della maggioranza. Negli occhi di tutti ci sono ancora le vicende del 2015, quando Giovanni Ardizzone, allora presidente dell'Ars, superò di gran lunga nelle preferenze il presidente in carica Rosario Crocetta - che risultò secondo eletto - certificando, in un certo senso, l'ormai insanabile scollatura tra parlamento e presidenza. 

Fu compatta invece l'opposizione, che fece rotta sulla figura di Marco Falcone, ora assessore e al tempo capogruppo di Forza Italia tra i banchi di sala d'Ercole. Sarà dunque un test interessante non solo per saggiare la leadership di un Musumeci che insiste con la sua decisione di ricandidarsi per guidare la Sicilia anche nel prossimo mandato, ma anche per Partito democratico e il Movimento 5 Stelle - che giusto oggi ha cambiato capogruppo con Nuccio Di Palma che subentra a Giovanni Di Caro - che dovranno dunque decidere se essere già coalizione e concentrarsi su un unico nome o puntare su candidati diversi

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×