Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Sorella Sanità, sette condanne e una assoluzione
Negli ospedali appalti truccati per 600 milioni

L'inchiesta condotta dalla procura di Palermo e dalla guardia di finanza aveva fatto venire alla luce una serie di tangenti nelle gare della sanità pubblica. Oggi è arrivata la decisione della giudice dell'udienza preliminare

Redazione

La giudice dell'udienza preliminare del tribunale di Palermo Clelia Maltese ha condannato in primo grado sette imputati nell'inchiesta denominata Sorella Sanità sulle tangenti negli appalti nella sanità pubblica. Un solo imputato è stato assolto. L'inchiesta condotta dalla Procura del capoluogo siciliano e dalla guardia di finanza ha fatto venire alla luce una serie di appalti ritenuti truccati negli ospedali e nelle aziende sanitarie siciliane. Gare che avevano importi complessivi per oltre 600 milioni di euro.

Sei anni e otto mesi sono stati inflitti a all'«ex paladino della legalità» Antonio Candela, ex manager dell'Asp di Palermo e per ultimo responsabile della cabina di regia regionale per il contrasto al Covid in Sicilia riconosciuto colpevole di corruzione, e sei anni e sei mesi a Fabio Damiani, ex manager dell'Asp di Trapani e responsabile della Centrale unica di committenza degli appalti. Cinque anni e otto mesi per il «faccendiere» Giuseppe Taibbi. 

Cinque anni e dieci mesi per Roberto Satta, responsabile operativo della Tecnologie Sanitarie Spa; sette anni e due mesi a Francesco Zanzi, amministratore delegato della stessa società; cinque anni e dieci mesi per Salvatore Navarra, presidente del consiglio di amministrazione di Pfe spa fino al 2020 e quattro anni e quattro mesi a Salvatore Manganaro. Unico assolto per non avere commesso il fatto è Angelo Montisanti, il responsabile operativo per la Sicilia della società Siram

Riceviamo e pubblichiamo da Pfe:
Salvatore Navarra non è più presidente del cda di Pfe da maggio 2020.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×