Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Coronavirus, l'Ars chiude per sanificare il Palazzo
Razza: «Solo tre casi, in Sicilia non c'è emergenza»

L'informativa dell'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, a Sala d'Ercole. In apertura dei lavori, l'annuncio di Micciché sulla decisione del consiglio di presidenza: l'Ars resterà chiusa fino a domenica 1 marzo

Miriam Di Peri

Chiuso al pubblico per quattro giorni e inibito ai dipendenti per tre. Anche il Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea Regionale Siciliana, della Fondazione Federico II e della Cappella Palatina corre ai ripari per prevenire eventuali occasioni di contagio da Covid-19, il cosiddetto coronavirus. «In considerazione - si legge nella nota del consiglio di presidenza dell'Ars - della notevole mole di persone che ha accesso quotidianamente al Palazzo dei Normanni, disposto un intervento straordinario di sanificazione di tutti i locali». 

Ad annunciare la chiusura del Palazzo già a partire da domani (i dipendenti non andranno venerdì, oltre che sabato e domenica) è stato il presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè, in apertura della seduta tenuta nel pomeriggio affinché il governo potesse relazionare all'Aula circa le misure prese dal governo per gestire una eventuale emergenza da coronavirus (attualmente non in atto nell'Isola). 

L'assessore alla Salute Ruggero Razza ha sottolineato che «l'accertamento sanitario condotto su operatori e dipendenti della struttura alberghiera in cui alloggiavano i turisti bergamaschi ha dato esito negativo». L'esponente della giunta Musumeci anche precisato che se in poche ore si è riusciti ad evacuare tutto l'albergo, effettuare i tamponi, mettere in isolamento i casi sospetti, è stato perché «il dipartimento e le aziende sanitarie avevano adottato con pedissequa attenzione ognuna delle indicazioni fornite dell'Istituto nazionale di sanità»

«Sono oltre cento - ha aggiunto - i tamponi faringei eseguiti in questo periodo e di questi solo tre sono risultati positivi al coronavirus. La Sicilia - ha ribadito ancora una volta - non rientra tra le regioni in stato di emergenza, non essendo stato rilevato un focolaio autoctono». Razza ha fatto sapere che l'attività di prevenzione «è iniziata il 22 gennaio in base alle indicazioni del ministero della Salute. Il 24 gennaio la Regione ha diramato una ulteriore nota in cui ha disposto che in presenza di casi sospetti si dovessero adottare le procedure già previste dal piano da virus Ebola del 17 ottobre 2014»

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews