A Lampedusa il più grande evento sul fenomeno migratorio rivolto agli studenti

L’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, con il laboratorio Testimoni di Pace. Migranti da conflitto di ieri e di oggi, ha aderito a Welcome Europe, il più grande evento sul fenomeno migratorio rivolto agli studenti europei organizzato dal Comitato 3 Ottobre in occasione della IX Giornata della Memoria e dell’Accoglienza che si è svolto a Lampedusa dal 30 settembre al 3 ottobre in ricordo di tutte le vittime dell’immigrazione.

«Oltre 350 tra studenti e professori di 53 scuole di 11 Paesi europei, 70 volontari, 27 organizzazioni e istituzioni hanno cercato di costruire un nuovo modo di vedere, capire e interpretare le migrazioni in Europa attraverso i laboratori destinati ai ragazzi e facendoli incontrare con i parenti delle vittime del Mediterraneo, i sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre 2013 e le vittime civili di guerra», dichiara Andrea Bruno, referente regionale dell’ANVCG Sicilia. «Ricordare i migranti che hanno perso la vita in mare nel tentativo di disperato di trovare sicurezza e protezione in Europa abbraccia i profughi di tutte le guerre. La cultura dell’accoglienza, della pace e della solidarietà deve continuare a essere diffusa e instillata nelle giovani generazioni per accrescere il grido “Stop alle guerre e alle bombe sui civili”. Insieme – conclude il Bruno – possiamo costruire un mondo diverso: è possibile solo se ci crediamo».


Dalla stessa categoria

Lascia un commento