Torna Sorrisi in Rosa, il festival di Humanitas dedicato alla prevenzione senologica

Parte da Humanitas Istituto Clinico Catanese, a Misterbianco, l’onda della prevenzione senologica che ogni ottobre tinge di rosa gli ospedali Humanitas e i centri Humanitas Medical Care di Rozzano, Milano, Torino, Bergamo, Varese e del capoluogo siciliano. Portavoce dell’importante messaggio sono le 100 donne che hanno affrontato il percorso oncologico e fanno parte della squadra di Sorrisi in Rosa, progetto fotografico-narrativo di supporto e di sensibilizzazione sull’importanza degli screening e dei controlli periodici, ideato dalla fotografa Luisa Morniroli e la scrittrice Cristina Barberis
Negra
.

La celebre conduttrice Diletta Leotta, in visita all’ospedale di Catania insieme alle testimonial Sorrisi in
Rosa 2022, le donne dell’Associazione Pazienti Il Filo della Vita, svela la mostra: tanti nuovi volti di
donne, avvolte nelle iconiche sciarpe rosa simbolo di vicinanza e rete, con le loro storie di coraggio e di
rinascita. Negli anni, Sorrisi in Rosa è diventato un vero e proprio festival ricco di eventi, visite e consulti gratuiti in Lombardia, Piemonte e Sicilia. Senza dimenticare la Ricerca: durante la mattina del 4 ottobre, Diletta Leotta è ospite di Fondazione Humanitas per la Ricerca e di Rinascente Catania per raccontare un futuro di speranza grazie al lavoro dei ricercatori impegnati nel migliorare i metodi di diagnosi e cura delle patologie femminili. Allo svelamento della mostra in ospedale prende parte anche Salvo Filetti, founder e creative director di Compagnia della Bellezza, per accendere i riflettori sull’ultimo miglio della cura: la percezione del proprio corpo e della propria immagine cambiata dalle terapie, un tema molto sentito dalle donne che affrontano un tumore.

Nel 2020 sono state oltre 3300 le donne ricoverate in Sicilia per un tumore del seno che necessitava di
intervento. Oltre 10.300 quelle in Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia e Sardegna.
I dati PASSI- 2020-2021 mostrano che in Italia il 70 per cento delle donne fra i 50 e i 69 anni si è sottoposto allo screening mammografico a scopo preventivo, all’interno di programmi organizzati o per iniziativa personale, secondo quanto raccomandato dalle linee guida nazionali e internazionali. La copertura dello screening mammografico disegna un chiaro gradiente Nord-Sud: la percentuale di popolazione target che si sottopone allo screening mammografico al Settentrione è dell’80 per cento e del 60 per cento nelle Regioni meridionali.
«Benché sia ormai risaputo che la diagnosi precoce consente una sopravvivenza dell’80 per cento – racconta il dottore Francesco Caruso, direttore del dipartimento Oncologico e responsabile della Breast Unit di Humanitas Istituto Clinico Catanese – l’accesso agli screening e alla diagnosi precoce in Sicilia deve
ancora raggiungere un livello di adesione ottimale. Con circa 60mila nuovi casi all’anno, il tumore della
mammella si conferma la neoplasia più frequente a tutte le età. Insieme a Diletta Leotta e alle donne di
Sorrisi in Rosa vogliamo sensibilizzare le giovani a partire dai 30 anni a sottoporsi a una visita senologica
annuale e a una ecografia mammaria indipendentemente dalla familiarità, e diffondere l’importanza delle Breast Unit. Questi centri costruiti attorno alle esigenze delle pazienti garantiscono approcci multidisciplinari e personalizzati, capaci di ridurre la mortalità per tumore al seno del 18 per cento».
«La nostra battaglia per sensibilizzare tutte le donne a effettuare regolarmente gli screening per prevenire il tumore al seno, non si ferma mai – aggiunge Enza Marchica, presidente dell’Associazione Il Filo della
Vita -. Purtroppo, i numeri registrati al Sud indicano che la strada è ancora lunga: per questo il mese di
ottobre e l’iniziativa Sorrisi in Rosa diventano momenti fondamentali per raggiungere più donne e
comunicare all’universo femminile l’importanza della prevenzione, dell’azione tempestiva e dell’ascolto del corpo». Sorrisi in Rosa 2022 ha il patrocinio di aBRCAdaBRA, Amiche per Mano, Europa Donna, Il filo della vita, LILT Milano e Bergamo, Mettiamoci le tette, Fondazione ONDA, Pink Amazon e WALCE.

Sorrisi in Rosa è parte di Pink Union di Fondazione Humanitas per la Ricerca, il progetto a sostegno
della salute femminile. Rappresenta l’impegno di medici e ricercatori che ogni giorno lavorano per aprire
nuove strade alla cura delle patologie tipicamente femminili. «L’ospedale catanese è impegnato in attività di ricerca ad alto impatto tecnologico, in collaborazione con centri nazionali e internazionali, e in corsi di formazione specialistica medica post Laurea – dichiara il professore Alessandro Repici, direttore scientifico di Humanitas Istituto Clinico Catanese –. Tutte attività che favoriscono, al contempo, il rientro in Sicilia di ricercatori di talento. In questo ospedale, ad esempio, sono stati condotti i primi studi di Molecular Pathology e Precision Medicine sul tumore della mammella, malattia ad elevata diffusione sull’isola. E di recente, sempre in ambito oncologico, abbiamo attuato percorsi terapeutici fortemente innovativi, già sperimentati con successo negli Stati Uniti, per la cura del cancro al colon retto. Sul fronte della prevenzione, Humanitas è impegnata sul territorio con un programma di sensibilizzazione e diffusione di prevenzione e screening».

Come ogni anno, il calendario di iniziative di Sorrisi in Rosa in Lombardia, Piemonte e Sicilia prevede oltre
300 consulti e visite senologiche, radiologiche, ginecologiche, cardiologiche, psicologiche e di nutrizione
gratuite negli Humanitas Medical Care e negli ospedali. A questi si aggiungono incontri divulgativi,
camminate di beneficenza e mostre fotografiche. Il calendario è online su www.sorrisinrosa.it
In particolare, i consulti previsti a Catania si svolgeranno anche presso la sede di Rinascente per portare
la prevenzione ancora più vicino alle donne.


Dalla stessa categoria

I più letti

Parte da Humanitas Istituto Clinico Catanese, a Misterbianco, l’onda della prevenzione senologica che ogni ottobre tinge di rosa gli ospedali Humanitas e i centri Humanitas Medical Care di Rozzano, Milano, Torino, Bergamo, Varese e del capoluogo siciliano. Portavoce dell’importante messaggio sono le 100 donne che hanno affrontato il percorso oncologico e fanno parte della squadra […]

Parte da Humanitas Istituto Clinico Catanese, a Misterbianco, l’onda della prevenzione senologica che ogni ottobre tinge di rosa gli ospedali Humanitas e i centri Humanitas Medical Care di Rozzano, Milano, Torino, Bergamo, Varese e del capoluogo siciliano. Portavoce dell’importante messaggio sono le 100 donne che hanno affrontato il percorso oncologico e fanno parte della squadra […]

Parte da Humanitas Istituto Clinico Catanese, a Misterbianco, l’onda della prevenzione senologica che ogni ottobre tinge di rosa gli ospedali Humanitas e i centri Humanitas Medical Care di Rozzano, Milano, Torino, Bergamo, Varese e del capoluogo siciliano. Portavoce dell’importante messaggio sono le 100 donne che hanno affrontato il percorso oncologico e fanno parte della squadra […]

Parte da Humanitas Istituto Clinico Catanese, a Misterbianco, l’onda della prevenzione senologica che ogni ottobre tinge di rosa gli ospedali Humanitas e i centri Humanitas Medical Care di Rozzano, Milano, Torino, Bergamo, Varese e del capoluogo siciliano. Portavoce dell’importante messaggio sono le 100 donne che hanno affrontato il percorso oncologico e fanno parte della squadra […]

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

La notizia della morte di Ubaldo Ferrini ha aperto nella mia mente una caterva di finestrelle come pop-up. Finestrelle alle quali non saprei neanche dare un ordine preciso. Ricordi forse anche sbagliati (chiedo ai lettori di correggermi ove sbagliassi), ma di una cosa sono certo: questi pop-up sono uniti da un filo conduttore a cavallo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]