Catania: stalla abusiva con dentro due cavalli senza spazio e senza aria

Una stalla irregolare è stata scoperta dai carabinieri nel quartiere Villaggio Dusmet di Catania, accanto a un campo di calcetto. Un manufatto grezzo – di circa 40 metri quadrati in blocchetti di cemento – con all’interno due piccoli box di dieci e sette metri quadrati con dentro due cavalli: un adulto di nome Cirasa e un pony chiamato Van Nisterlooij. Nel corso dei controlli amministrativi, il proprietario dei due equini – un 57enne catanese pregiudicato – non è stato in grado di fornire alcuna documentazione sulla regolarità
della stalla
.

Uno stabile fatiscente, senza i requisiti minimi sanitari e strutturali per garantire la salute degli animali e nemmeno i necessari spazi vitali per consentire ai cavalli uno stile di vita sano e rispettoso dei sui bisogni naturali. L’edificio infatti, oltre a essere privo di paddok per il movimento all’aria aperta degli animali, non disponeva di locali infermeria o quarantena. I tetti, composti da laterizi di cemento, non sono risultati facilmente lavabili e sanificabili, mentre le finestre – alcune addirittura senza infissi – sono state ritenute
insufficienti per il necessario ricambio dell’aria.

Il titolare è stato denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura. I due cavalli sono stati sequestrati e affidati a un maneggio nell’Ennese. Nel momento in cui i militari erano impegnati, insieme ai veterinari, a caricare i due equini sul mezzo per il trasporto, la cognata del proprietario della stalla ha trascinato con sé il nipote disabile in carrozzina per opporsi fisicamente al sequestro. «Cessi…Vi maledico! Vi deve venire il figlio disabile, cornuti e bastardi», avrebbe urlato la donna contro i carabinieri prima di prendere a calci la loro auto di servizio. Per questo è stata denunciata in stato di libertà per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e per danneggiamento.

Il proprietario dei cavalli e della stalla è stato sottoposto a sanzioni amministrative per la mancanza di autorizzazioni, di identificazione degli animali e per avere introdotto nella stalla animali non in regola con il controllo dell’anemia infettiva.


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]