Pro/fundus, progetto di teatro per giovani e migranti «Nuovi metodi per raccontare e decifrare la realtà»

Un programma che da aprile a luglio coinvolgerà giovani, migranti, artisti, mediatori culturali e scuole attraverso un ampio ventaglio di attività legate principalmente al teatro ma anche alla narrativa, all’arte e alla poesia: Pro/fundus, storie di un altro mondo è il progetto vincitore della sezione spettacolo del bando MigraArti 2017, proposto dall’associazione catanese Isola Quassùd. Ideato e diretto dalla regista e attrice etnea Emanuela Pistone, il progetto utilizzerà il teatro come punto di partenza per realizzare quella che la professionista definisce un’idea utopistica: «Sensibilizzare, educare al rispetto per la vita e soprattutto raccontare nuove storie, come quelle individuali, utili a fare tornare in vita ciò che è morto in mare, non solo le persone ma anche la natura», spiega Pistone. «Le attività previste hanno come scopo finale quello di imparare a spogliarci delle categorie di pensiero che conosciamo e trovare nuovi modi per decifrare e raccontare la realtà, perché quelli vecchi sono scaduti. Pro/fundus è un percorso che parte dalle profondità degli abissi marini e delle tragedie che essi custodiscono fino ad arrivare al cielo stellato in una strada di rinascita e ricostruzione».

Il progetto si articola in più fasi e momenti. Si parte da un concorso narrativo, Favole dal profondo, che prevede otto incontri in scuole medie e superiori, Sprar e comunità e che, presentando come fonte di stimolo il lavoro di Jason De Caires Taylor – lo scultore inglese famoso per le sue statue subacquee -, proporrà a studenti e migranti di realizzare delle brevi storie che abbiano come tema la rinascita. Ci saranno anche degli appuntamenti aperti al pubblico, I racconti del tè, durante i quali verranno celebrati i riti del tè e del caffè e verranno narrate storie e leggende tradizionali dell’Europa e dell’Africa, come il mito siciliano di Colapesce e quello africano delle sirene Mami Wata. Ci sarà poi un laboratorio interdisciplinare di teatro, Storie di un altro mondo, diretto da Emanuela Pistone in collaborazione con professionisti siciliani, tra i quali la mediatrice culturale Nawal Soufi e il pittore siracusano Sergio Fiorentino. Sono previsti anche dei workshop di narrazione, scenografia ed espressione corporea. 

«Tutte queste attività confluiranno nella creazione di uno spettacolo teatrale conclusivo, che verrà messo in scena a Scenario Pubblico il 28, 29 e 30 giugno», aggiunge Pistone, che racconta a MeridioNews da dove sia venuta l’idea di dedicarsi a un progetto tanto vasto e variegato: «Sicuramente ha a che fare con l’esuberanza del mio temperamento ma anche perché, grazie ai finanziamenti del bando, abbiamo avuto modo di realizzare le tante cose che avevamo in cantiere e che il progetto ci dà modo di mettere in piedi. Ma l’intento è di portarle avanti anche dopo: ad esempio, il concorso di idee nelle scuole ha avuto una risposta talmente forte da parte di insegnanti e studenti che pensiamo di riproporlo prossimamente. I fondi ovviamente sono indispensabili per poter poter riconoscere la professionalità di chi ci sta lavorando su con tanto impegno».

Tra i mediatori culturali che prenderanno parte al progetto c’è anche il musicista tunisino Ramzi Harrabi, che a MeridioNews spiega come le attività di Pro/fundus siano «una sorta di teatro cooperativo in cui il risultato finale non sarà presentato da una sola persona ma da tutto il gruppo, e il rapporto tra docenti e allievi sarà orizzontale, metterà tutti allo stesso livello. Ci saranno workshop musicali, di canto, di pittura e di scultura e tutte le creazioni verranno messe insieme, come i pezzi di un puzzle. L’arte è una terapia per sé stessi e un mezzo per interagire con gli altri. Spero che questo progetto abbia un vasto impatto sociale, su quante più persone possibili».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Circa due tonnellate. È la quantità di rifiuti raccolta da oltre tremila studenti e studentesse di undici Comuni del territorio del Calatino durante le giornate di plogging organizzate da Kalat Ambiente Srr. «L’obiettivo del nostro campionato – spiegano dall’ente che si occupa di pianificazione, programmazione e affidamento della gestione del ciclo integrato dei rifiuti – […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]