Pedara, botte alla compagna in stato di gravidanza Uomo accusato di maltrattamenti e lesioni personali

Un uomo di Catania di 35 anni è stato arrestato dai carabinieri di Pedara, nella provincia etnea, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Il 35enne è accusato di avere picchiato la convivente di 37 anni. Sono stati i militari dell’Arma a scoprire una violenta lite in una strada del paese. Raggiunta l’abitazione indicata, i carabinieri hanno trovato la donna, anche lei catanese, nel cortile interno della casa, in evidente stato di agitazione, ancora dolorante e con evidenti tracce di sangue sul viso. Quando i militari l’hanno invitata ad aprire la porta, ha detto di non poterlo fare perché il compagno aveva chiuso il cancello per impedirle di allontanarsi.

Medicata in ospedale, la donna, piena di graffi sulle parti visibili del corpo, ha informato i carabinieri del suo stato di gravidanza e del fatto che il compagno, visto il loro arrivo, si era chiuso in mansarda. La lite tra i due conviventi, scaturita per futili motivi, si era trascinata per tutta la casa, I militari hanno trovato la camera da letto devastata con diversi mobili danneggiati. La vittima ha poi raccontato ai carabinieri che non si trattava del primo episodio di violenza e aggressione fisica a opera del convivente, ma solo l’ultimo, in ordine temporale, di una lunga serie maltrattamenti da lei subiti che, tuttavia, non aveva mai denunciato. Il trentacinquenne è ora nel carcere catanese di Piazza Lanza.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento