Parcheggio Sanzio, aperte buste della gara d’appalto Miglior offerta dal consorzio che ha vinto al S. Marta

La gara d’appalto per il parcheggio Sanzio ha un vincitore. La commissione si è riunita ieri per l’esame delle offerte presentate dalle imprese interessate al progetto la cui realizzazione si attende da decenni. Era infatti il 1999 quando il sito è stato inserito nel Piano urbano dei parcheggi. Da allora piazzale Sanzio è stata una normale area di sosta, priva di quelle strutture necessarie a renderlo un parcheggio scambiatore capace di spingere i cittadini nella direzione dell’uso dei mezzi pubblici potendo usufruire di aree vigilate dove lasciare le automobili.

Dall’apertura delle buste è venuto fuori il nome dell’aggiudicatario. L’operazione si sarebbe dovuta tenere già a inizio mese, ma un problema tecnico alla piattaforma utilizzata da Urega aveva impedito alla commissione di scaricare l’elenco completo delle ditte partecipanti. La gara si è svolta tenendo conto soltanto del ribasso sulla base d’asta di circa cinque milioni e tenendo conto della soglia di anomalia. A spuntarla tra i 150 partecipanti è stato il consorzio Agoraa, guidato dall’attuale vicepresidente di Ance Sicilia Giuseppe Costantino. Il consorzio, che è stato l’ultimo a presentare la busta entro i termini fissati al 29 ottobre, ha proposto un ribasso del 29,926 per cento, quello che più si avvicina per difetto alla soglia di anomalia. Stando così le cose, i lavori dovrebbero essere realizzati con un importo di poco superiore ai 3,6 milioni di euro.

Attualmente a Catania Agoraa si sta occupando – tramite la propria consorziata Figeco – dei lavori di demolizione dell’ex ospedale Santa Marta, dove sorgerà una piazza con un colonnato. Il consorzio viene citato nell’ordinanza di custodia cautelare – ma non è indagato – legata all’inchiesta sulla corruzione al Genio civile di Catania, perché incluso nella lista di 15 imprese estrapolata dalla guardia di finanza dal cellulare di Nunzio Adesini, l’imprenditore della Nurovi arrestato. Dagli accertamenti è risultato che i nominativi di quell’elenco – redatto prima che le procedure di gara per la statale Libertinia partissero – corrispondono per l’80 per cento ai destinatari dell’invito inviato dagli uffici guidati da Natale Zuccarello. Per gli inquirenti sarebbe la prova di come quella procedura di gara sia stata pilotata. L’appalto fu aggiudicato da Nurovi tramite il consorzio Caec a cui da poche settimane aveva aderito, dopo che da anni faceva parte delle consorziate di Agoraa. Quest’ultimo è uno delle tre nominativi presenti nella lista di Adesini ma non in quella delle imprese invitate dal Genio.

Tra le perquisizioni effettuate dalla guardia di finanza a giugno, sempre nell’ambito dell’indagine Genius, una avvenne a Tremestieri Etneo, negli uffici del consorzio Aduno, che in passato aveva ospitato la sede di Agoraa. I due consorzi, infatti, hanno diversi punti in comune.

«Sono stati rispettati i tempi previsti per l’aggiudicazione dei lavori all’impresa vincitrice dell’appalto, così da aprire il cantiere a gennaio – dichiara il sindaco di Catania Salvo Pogliese -. Il nuovo parcheggio pubblico di piazzale Sanzio, di cui una larga parte sarà destinato a parco urbano con zona bambini e spazio attrezzato per l’Amt, è stato ridisegnato per realizzare anche per semplificare la mobilità e la circolazione, con l’eliminazione del semaforo a tre cicli, che coniuga efficienza con vivibilità sia per il grande spazio a verde che sorgerà a specchio con parco Falcone, sia per il nuovo assetto viario del progetto, finalizzato a eliminare situazioni di pericolo per automobilisti e pedoni. Ringrazio ancora una volta l’assessore regionale Marco Falcone e il direttore delle infrastrutture Fulvio Bellomo per avere concesso il finanziamento al progetto, un obiettivo raggiunto – conclude il primo cittadino – anche grazie alla spinta dell’assessore alla mobilità Giuseppe Arcidiacono che ha promosso l’iniziativa».


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

La notizia della morte di Ubaldo Ferrini ha aperto nella mia mente una caterva di finestrelle come pop-up. Finestrelle alle quali non saprei neanche dare un ordine preciso. Ricordi forse anche sbagliati (chiedo ai lettori di correggermi ove sbagliassi), ma di una cosa sono certo: questi pop-up sono uniti da un filo conduttore a cavallo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]