L’artista Pedro Cano torna a Palermo con due mostre Dal 6 ottobre al 4 novembre, sono 58 acquarelli esposti

Torna a Palermo l’artista di fama internazionale Pedro Cano, uno dei più grandi maestri dell’acquarello. Dal domani e fino al 4 novembre le sue opere saranno esposte in due mostre distinte, rispettivamente nella Galleria Elle Arte di via Ricasoli e la Sala Delle Armi di Palazzo Steri, a piazza Marina a Palermo. Nato nell’agosto del 1944, nella piccola provincia della Murcia, in Spagna, Cano inizia a dipingere come autodidatta a soli dieci anni. Ha studiato prima all’Accademia San Fernando di Madrid, poi all’Accademia delle Belle arti Spagnola di Roma. Ha lavorato anche per il teatro di Roma con Maurizio Scaparro, per il quale ha curato le scenografie del Galileo Galilei di Brecht e i costumi delle Memorie di Adriano della Yourcenar. Il regista Giulio Berruti gli ha dedicato il film – documentario: Pedro Cano. La mia voce, vincitore della Rassegna Documentaria sull’arte del Festival di Palazzo Venezia. Ha vissuto in Spagna, America Latina e Stati Uniti, e attualmente risiede e opera tra Blanca, Anguillara e Roma. Recentemente è stato nominato membro dell‘Accademia Pontificia dei Virtuosi del Pantheon. 

Esattamente da domani al 23 ottobre allo Steri saranno in esposizione sedici acquarelli della collezione privata dell’artista: la mostra è intitolata Frutos Y Flores. Relazioni spaziali e funzionali, raccontate attraverso frammentarie trame iconiche, sfociate dal pennello del genio spagnolo. Sfumature d’acqua, intrise dei colori della terra, rappresentano ritmi ciclici della natura subordinati all’ordine del cosmo, nell’evolversi di equilibri delicatissimi come petali. Composizioni di fiori e frutta, che non rimandano affatto a nature morte, quanto più alla vita, agli affetti, alle radici e alle mura domestiche.

Un lieto vagabondare, dove, come Orfeo moderno, l’artista evoca la natura senza definirne i contorni, in un limbo di toni terrosi e terreni. Cano sviscera dalla dimensione ctonia (che rimanda al culto delle divinità sotterraneeun rito totemico di rinascita: bulbi giallastri, petali acuminati e canalicolati dei toni dell’alabastro o morbidi e teneri come seta rossa, insieme alla succulenta consistenza della polpa dei fichi e dei melograni, si stagliano sulla carta e nei colori come timidi protagonisti di una luminosa memoria simbolica. Diventano, così, tracce sfumate e impercettibilmente tangibili della terra spagnola. 

L’autore sarà presente all’inaugurazione nella Sala delle Armi di Palazzo Steri – Chiaromonte per incontrare il pubblico giovedì 6 ottobre. Dal 7 ottobre al 4 novembre, invece, verrà inaugurata una seconda mostra, alle ore 18.30 negli spazi della Galleria Elle Arte. La personale dal titolo Dipingere il Viaggio – Pintar El Viaje comprende quarantadue acquarelli che condurranno il visitatore in un viaggio plurisensoriale alla scoperta dei luoghi dell’anima dell’artista, raccontati attraverso le pennellate evanescenti concepite dai suoi occhi, testimoni ardenti e appassionati del suo perpetuo peregrinare: l’Italia delle silenziose rovine di Pompei, dei sassi di Matera e delle imponenti architetture imperiali della Capitale; dalla Grecia classica nei suoi templi assolati fino un inusuale sguardo sul Medioriente, nei siti archeologici di Palmira, in una Damasco da mille e una notte. E ancora i profumi delle spezie di Marrakesh, e gli scorci segreti di Ghadames, e le vestigia dei templi romani a Jerash, in Giordania.

Nelle opere di Pedro Cano si respira tutta l’essenza del passo veloce dell’artista nell’imperitura ricerca della bellezza, nel senso più puro, genuino, autentico del termine, in territori dove la presenza fisica dell’uomo risiede solo nel suo sguardo, ammaliato e stregato, catturato nell’estasi profonda delle perfette architetture liquefatte nella natura incontaminata. Per informazioni tel. 091-6114182; e-mail: ellearte@libero.itwebsite : www.ellearte.it ; www.fundacionpedrocano.es


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]