Il ragazzo che aveva importunato le turiste torna all’attacco Nel nuovo video altre offese: «Pensate prima al vostro immo»

«Ho deciso di fare questo video per tutte le persone che stanno parlando male di me». E, in effetti, sono tante. Comincia così il nuovo filmato pubblicato su TikTok dal giovane D.L. che qualche settimana fa aveva insultato due turiste straniere e le aveva importunate mimando gesti volgari ed esplicitamente sessuali. Una scena avvenuta nella zona di Porta Garibaldi, meglio nota come il Fortino, che era stata rimossa poco dopo ma che aveva comunque fatto il giro del web (con centinaia di migliaia di visualizzazioni) e su cui ci sarebbero delle indagini in corso da parte delle forze dell’ordine che starebbero ipotizzando il reato di atti osceni in luogo pubblico

«Prima pensate per il fango che siete voi invece di criticare la gente», è la frase che il giovane ha scritto come descrizione del contenuto pubblicato su un profilo con più di 29mila follower. «Ho detto due piccole parole e fatto due piccoli gesti e non capite nemmeno l’ironia», dice parlando in dialetto il giovane in questo nuovo video girato sempre a bordo del suo motorino. Questa volta in sella al suo scooter va da piazza Roma verso viale Regina Margherita, con un altro ragazzo dietro di lui sulla sella che assiste al video e interviene facendo solo qualche gesto. Entrambi sono senza casco

«Ancora la state portando alle lunghe – continua l’invettiva del ragazzo contro chi ha commentato il video precedente – Pensate prima al vostro immo (gobba, ndr) e poi a quello degli altri. Avete i mariti che aspettano i turisti a braccia aperte per scipparli, come fanno con i vecchietti», insinua il ragazzo. Anche questa volta, il giovane ripete per ben due volte quello stesso gesto volgare del video precedente mentre insulta genericamente le donne. «Avete le mogli buttane o che hanno le corna». «Chiudevi quel cesso di bocca che avete e non parlate più», è il poco garbato invito con cui il giovane chiude il video. 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento