Il Comune a caccia di ingegneri e architetti Un bando da 660 mila euro per 49 progetti

Il Comune a caccia di ingegneri, geologi e architetti per sbloccare decine di opere pubbliche. Sarà online da domani sul sito istituzionale il bando, predisposto dall’Area Tecnica della Riqualificazione Urbana e Infrastrutture, per la manifestazione d’interesse all’affidamento di 49 progetti per un totale di 660mila euro. Per partecipare c’è tempo fino al 25 ottobre a mezzogiorno: ogni incarico sarà ricompensato in modo diverso, dai 4 ai 40mila euro.

Gli incarichi variano dalla direzione operativa alla progettazione definitiva ed esecutiva, dal supporto tecnico e assistenza alle indagini strutturali, e poi elaborazione grafica, relazioni geologiche, coordinazione della sicurezza, progettazione dell’impiantistica, computi metrici, elaborati economici e contrattuali. Gli interventi sono concentrati soprattutto sulle scuole ma anche su diversi beni culturali come Palazzo delle Aquile, Palazzo Barone in via Lincoln, due padiglioni ai Cantieri culturali alla Zisa, lo Spasimo, il Teatro Massimo, oppure il forno crematorio ai Rotoli, i fondali della Bandita, il muro di Villa Giulia al confine con la proprietà dell’Amg.

«Ancorché la norma consente di affidare direttamente ai professionisti gli incarichi di questo avviso, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto di scegliere una procedura di tipo competitivo», spiega l’assessore alle Infrastrutture Emilio Arcuri. «Il conferimento di questi incarichi – dichiara Leoluca Orlando – è la conferma di un rapporto fiduciario con i professionisti,che vengono così chiamati a diventare parte di quel grande progetto di riqualificazione urbana, obiettivo strategico dell’Amministrazione Comunale». Gli incarichi più remunerativi riguardano la costruzione di due poli scolastici onnicomprensivi nell’area nord e nell’area sud della città (compenso di 40mila euro), la manutenzione dell’istituto Capuana e la progettazione del secondo forno crematorio ai Rotoli, entrambi sopra i 37mila euro.

IL BANDO. Si procederà all’espletamento di una procedura negoziale invitando, per ogni servizio indicato in elenco, cinque professionisti che hanno fatto richiesta. I soggetti iscritti all’Albo Unico Regionale potranno, entro le ore 12 del prossimo ‪25 ottobre 2016‬, manifestare il loro interesse a svolgere uno o più servizi riportati in elenco avvalendosi esclusivamente dell’apposita piattaforma informatica accessibile dal sito internet del Comune (profilo di committente – URL http:\oopp.comune.palermo.it), mediante la quale potranno, previo accreditamento, presentare istanza. Il 26 ottobre alle 15, presso il Polo Tecnico di Via Ausonia n. 69, si svolgerà il sorteggio pubblico per individuare i cinque professionisti, per ogni servizio, a cui si richiederà di produrre l’offerta economica. Al fine di garantire la necessaria riservatezza sui partecipanti ad ogni procedura selettiva, in fase di sorteggio saranno resi noti solo il numero complessivo dei partecipanti per ogni servizio e l’ordine di estrazione. Gli elenchi completi dei professionisti partecipanti saranno comunicati, per ciascuna gara, nella prima seduta pubblica per l’affidamento del servizio.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]