Controlli dei carabinieri a Gela. Denunce e perquisizioni. Minori bruciavano cavi elettrici

Quasi 200 mezzi controllati, 368 persone identificate, 27 contravvenzioni al codice della strada elevate, 3 carte di circolazione ritirate e 21 perquisizioni personali effettuate. Questo il bilancio di una serie di controlli svolti dai carabinieri del reparto territoriale di Gela, con il supporto della compagnia d’intervento operativo del 12esimo reggimento mobile Sicilia e del nucleo cinofili di Palermo. Al termine degli accertamenti tre minorenni, sorpresi a bruciare, per liberare il rame dalla guaina isolante, circa 20 chili di cavi elettrici dei quali non sapevano giustificare la provenienza sono stati denunciati. Stessa sorte è toccata a una 19enne trovato in possesso di una chiave telescopica in metallo lunga 50 centimetri, e di un bastone di legno. 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento