Avola, avevano allestito drive-in della droga. Quattro condanne e un’assoluzione

Droga venduta per strada come in un vero e proprio drive-in. L’asse della cocaina tra Avola e Catania è stato scoperto circa un anno fa dopo le indagini eseguite dalla polizia. Per l’operazione denominata Coca drive, adesso, sono arrivate quattro condanne e un’assoluzione per le cinque persone indagate, nel Siracusano, per spaccio di droga ed estorsione aggravata. Questo è quanto scaturito dalla sentenza con rito abbreviato della gup di Siracusa Carmen Scapellato, che ha condannato a otto anni e due mesi di reclusione, con ottomila euro di multa, Gianluca Liotta. Insieme a quest’ultimo figura anche Angelo Toscano, condannato a sei anni e otto mesi di reclusione e 30mila euro di multa. Cinque anni e quattro mesi, con 6mila euro di multa, per Sonia Silva. Mentre a Emanuele Eroe sono stati dati cinque anni, con il pagamento di quattromila euro di multa.

Il gup ha assolto Sebastiano Costa, difeso dall’avvocato Sebastiano Troia, per non avere commesso il fatto. La polizia aveva sgominato una organizzazione che si era specializzata nello spaccio di sostanza stupefacente ad Avola. La droga veniva approvvigionata a Catania e veniva ceduta ai clienti con una sorta di metodo drive in: senza scendere dall’auto. Accertati anche casi di estorsione messi in atto per la riscossione dei crediti che erano stati concessi nel tempo.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento