Addiopizzo, il programma per salvare piazza Magione «Ora non basta più solo accompagnare alla denuncia»

«Dentro e fuori la piazza la cultura è per tutti». Questo lo slogan scelto per il ciclo di appuntamenti pensati e promossi da Addiopizzo per i ragazzi di piazza Magione, luogo simbolo di Palermo destinatario da tempo di una mirata azione di riqualificazione da parte dei volontari dell’associazione antiracket. Le iniziative partiranno domani 8 aprile: alcuni ragazzi e famiglie di piazza Magione faranno un giro a bordo di un autobus scoperto per il centro storico della città con Open Artout, raggiungeranno poi Monreale alla scoperta del Duomo e poi ancora in direzione del Convento dei Cappuccini e delle Catacombe. «Non è più sufficiente accompagnare i commercianti a denunciare, se non si agisce per rimuovere le sacche di povertà educativa e di degrado sociale che alimentano malcostume, illegalità diffusa e codici culturali mafiosi», afferma Daniele Marannano di Addiopizzo, a proposito del significato assunto dalle iniziative pensate per i quartieri più a rischio.

«Il senso di questo percorso, insieme a diversi partner, è quello di consentire ai ragazzi con cui operiamo di scoprire e vivere la città da una dimensione diversa da quella quotidiana di piazza Magione – spiega -. Anche questo può essere il senso di Palermo capitale della Cultura». Il programma, costruito in rete con enti artistici, scientifici, culturali, religiosi ed economici coprirà tutto il 2018, sino a novembre. A promuovere e sostenere gli appuntamenti col proprio contributo saranno anche diversi partner d’eccezione: dal Teatro Biondo all’Orto Botanico, e ancora il Teatro Massimo, la Lega Navale, il Parco Uditore e il cinema multisala Metropolian. «Si tratta di un ulteriore momento di coinvolgimento del Teatro Massimo in attività che si svolgono all’interno del tessuto cittadino, a fianco di associazioni importanti che da tempo sono presenti con la loro azione sul territorio», commenta anche Francesco Giambrone, sovrintende del teatro di piazza Verdi.

«L’obiettivo – prosegue – è quello di dare al Teatro Massimo il senso più ampio di un teatro di comunità che è attento ai bisogni della città, andando incontro in particolare alle fasce giovani. Con l’obiettivo finale di rafforzare il rapporto tra le parti della città e il Teatro Massimo, facendo conoscere la realtà del teatro quale luogo dove si costruisce cultura, per le sue potenzialità di lavoro nel campo dello spettacolo dal vivo e di catalizzatore delle attività culturali». Il secondo appuntamento è fissato invece per il 28 aprile, Sopra le barriere: un giorno da piloti: i ragazzi di piazza Magione saranno protagonisti, insieme ai volontari di Addiopizzo e ai piloti dell’Aero Club Palermo, di una giornata di volo nello storico aeroporto di Boccadifalco. Un’occasione per guardare la propria città dall’alto e poter osservare con occhi diversi la realtà che li circonda. Alla fine del volo, riceveranno anche il certificato di battesimo dell’aria.

Attività, iniziative e laboratori saranno realizzati dentro e fuori la piazza, sulla scia dello slogan scelto per l’iniziativa. Puntando soprattutto alla riqualificazione sociale, culturale e umana dei luoghi di Palermo, a partire da quella piazza Magione che i giovani amano affollare soprattutto d’estate. «Nonostante gli sforzi quotidiani di cittadini, volontari, associazioni e scuole, anche piazze come la Magione e quartieri come la Kalsa non si sottraggono a tale stato di degrado», scrivono i volontari di Addiopizzo, che non a caso proprio a piazza Magione hanno realizzato le prime fiere del consumo critico e l’investimento collettivo-area giochi, nata da un percorso di progettazione partecipata con associazioni del quartiere e la scuola Ferrara; oltre al percorso di inclusione sociale ed educativo avviato da quasi due anni con ragazzi che vivono nel quartiere.

Due gli appuntamenti di aprile: oltre alla gita aerea, i ragazzi assisteranno al Teatro Biondo a La scortecata, una storia diretta da Emma Dante. A maggio invece si cimenteranno in laboratori di giardinaggio all’Orto Botanico. A giugno si spostano al Teatro Massimo, che potranno visitare in lungo e in largo con una guida, e qui assisteranno alle prove e agli spettacoli che andranno in scena nei mesi a venire. Pausa a luglio, ma si ricomincia ad agosto: saliranno a bordo di Azimut, la barca a vela di 12 metri sequestrata nella lotta all’immigrazione clandestina. A ottobre l’appuntamento sarà al cinema di viale Strasburgo, mentre a novembre si divideranno fra la piantumazione di nuovi alberi al Parco Uditore e la fiera del consumo critico di Addiopizzo, alla volta dei laboratori creativi a cui li sottoporranno gli espositori.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Un ricco calendario di eventi che, a partire da domani, copriranno tutto il 2018 e terranno impegnati i ragazzi e le famiglie dello storico quartiere palermitano con iniziative, laboratori, gite in volo e pellicole al cinema. Daniele Marannano: «L’obiettivo è scoprire e vivere la città da una dimensione diversa da quella quotidiana»

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]