Aci Catena, esplosione in un appartamento. «Non sarà facile riprenderci. Boato fortissimo, tremava tutto»

«Abbiamo sentito un boato, mi sono tremate anche le gambe talmente è stato forte». «Ho sentito come se ci fosse un terremoto, non sarà facile riprenderci». «Una cosa inimmaginabile». Sono le parole di alcuni residenti di via Santa Chiara, stradina che conduce verso la principale via Matrice, ad Aci Catena, nel Catanese. Un’esplosione al civico 16 ha squarciato il silenzio di un tranquillo pomeriggio domenicale. Ancora da chiarire le cause che hanno innescato l’incendio. Ma a provocare paura e danni sarebbe stata una bombola di gas, probabilmente deflagrata dopo lo sviluppo delle fiamme. Un primo bilancio indica un ferito e qualche danno alle vicine abitazioni di una delle vie del centro storico della cittadina, le cui dimensioni ridotte hanno non poco complicato le operazioni ai vigili del fuoco e ai carabinieri, giunti sul posto intorno alle 17 dopo la segnalazione di un residente.

Da una prima ricostruzione, quando sono arrivati, i vigili del fuoco non hanno trovato nessuno nella casa in questione, abitata dall’uomo che ha riportato le ferite: quest’ultimo non sarebbe grave. Tanti gli inquilini allarmati. Le fiamme avrebbero coinvolto la mansarda di un’abitazione che si affaccia su un cortile interno, a sua volta attorniato da altre case che comunicano con la attigua via Maesano, dove anche qui i residenti sono scesi in strada a causa del forte spavento. I vigili del fuoco sono intervenuti sulla copertura dell’abitazione che ha preso fuoco e hanno provvisoriamente evacuato gli appartamenti vicini. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del di Acireale e del distaccamento di Catania nord, con autobotti e autoscale. A coadiuvare le operazioni per i rilevi i carabinieri di Acireale e di Aci Castello insieme agli agenti della polizia locale.


Dalla stessa categoria

I più letti

«Abbiamo sentito un boato, mi sono tremate anche le gambe talmente è stato forte». «Ho sentito come se ci fosse un terremoto, non sarà facile riprenderci». «Una cosa inimmaginabile». Sono le parole di alcuni residenti di via Santa Chiara, stradina che conduce verso la principale via Matrice, ad Aci Catena, nel Catanese. Un’esplosione al civico […]

Giustizia per Emanuele Scieri

Sono stati condannati i due ex caporali Alessandro Panella e Luigi Zabara. Finisce così il processo di primo grado con rito ordinario per l’omicidio volontario aggravato del parà siracusano Emanuele Scieri, avvenuto all’interno della caserma Gamerra di Pisa nell’agosto del 1999. Per loro il procuratore Alessandro Crini aveva chiesto rispettivamente una condanna a 24 anni e 21 anni, […]

Catania archeologica, l`occasione mancata

In una nota protocollata al Comune etneo a metà gennaio l'associazione di piazza Federico di Svevia chiede di gestire il bene del XII secolo, abbandonato, per garantirne «a titolo gratuito e senza scopo di lucro, la fruibilità». Adesso interrotta dal cambio del lucchetto del cancello da cui vi si accede e dalle divergenze con uno degli abitanti, che risponde: «C'era il rischio per la pubblica incolumità»

I processi a Raffaele Lombardo