Siracusa, calci e pugni contro operatore del 118
Aggressore aveva chiesto ambulanza per malore

Redazione

Cronaca – Secondo quanto accertato dai carabinieri, l'ambulanza sarebbe arrivata sul luogo dell'intervento in pochi minuti. Escluso quindi che la reazione violenta dell'uomo possa essere scaturita da un ritardo nei soccorsi. L'uomo è stato ricoverato in Psichiatria

Un operatore del 118 aggredito a calci e pugni da un uomo che aveva chiesto soccorso. Accade a Siracusa, in via Algeri, nel corso della notte. L'uomo, L.E., 36enne siracusano, già sorvegliato speciale, appena arrivato il personale del 118 da lui stesso chiamato per un malore, si è scagliato contro uno degli operatori, aggredendolo con schiaffi, calci e pugni e facendolo cadere a terra. 

Alcuni residenti che hanno assistito alla scena sono intervenuti per provare a riportare la calma e hanno chiamato i carabinieri. Sul posto sono quindi intervenuti i militari del nucleo operativo e radiomobile, che hanno identificato l'aggressore, in stato di alterazione psicofisica. L'uomo è quindi stato ricoverato al servizio psichiatrico di diagnosi e cura dell'ospedale Umberto I di Siracusa. È stato denunciato a piede libero per lesioni e interruzione di pubblico servizio. 

L'operatore sanitario aggredito ha riportato diversi traumi al viso, al braccio e spalla destra giudicati guaribili in dieci giorni. Secondo quanto accertato dai carabinieri, l'ambulanza sarebbe arrivata sul luogo dell'intervento in pochi minuti. Escluso quindi che la reazione violenta dell'uomo possa essere scaturita da un ritardo nei soccorsi.