Messina, giro di droga tra la provincia e la Calabria
Fermate 12 persone, tra loro anche due minorenni

Simona Arena

Cronaca – L'operazione Scala reale è scattata poche ore fa ed è coordianta dalla Direzione distrettuale antimafia. Le accuse rivolte ai componenti del gruppo sono di associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti e la detenzione illegale di armi da fuoco 

Lo stretto collegamento tra Messina e la Calabria salta fuori anche nell'operazione Scala reale, scattata alle prime luci dell'alba di ogg. 

Gli uomini del Comando provinciale dei carabinieri di Messina, nel territorio di questa provincia e in quelle di Reggio Calabria e Vibo Valentia, stanno eseguendo dato due ordinanze di custodia cautelare, emesse dal gip e da quello del tribunale per i minorenni, su richiesta rispettivamente della Direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo peloritana nei confronti di 12 persone.

Otto di loro verranno ristretti in carcere, mentre per due sono previsti gli arresti domiciliari. Tra i provvedimenti anche di un minore nell'Istituto penale minorile e di un altro collocato in una struttura comunitaria. Il gruppo è ritenuto responsabile - a vario titolo - di associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di stupefacenti anche a minori, nonché detenzione illegale di armi da fuoco.