Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Scoglitti, rissa tra cinque giovani in piazza
Due fratelli già coinvolti poche settimane fa

L'ennesimo episodio di violenza in piazza Cavour. Sono stati posti ai domiciliari quattro vittoriesi e un marocchino. Tra questi ci sono i fratelli Davide e Alex Cultraro che a fine giugno sono stati protagonisti di una rissa culminata nel tentativo di un terzo soggetto di investirli con l'auto. Guarda le foto e il video

Redazione

Due settimane fa erano stati protagonisti di una rissafinita con un ragazzo che, a bordo di una Smart, cerava di investirli, incurante di travolgere sedie e tavolini dei bar e di seminare il panico. Non contenti, ieri sera i fratelli Davide e Alex Cultraro si sarebbero resi protagonisti di una nuova rissa, sempre nello stesso posto: la centralissima piazza Cavour di Scoglitti, regno della movida di Vittoria in estate. Stavolta insieme a loro ci sarebbero stati altri tre giovani, in totale quattro vittoriesi e un marocchino. Tutti sono stati fermati dalla polizia e posti agli arresti domiciliari. 


Secondo quanto ricostruito dagli agenti del locale commissariato e dai carabinieri, la violenza sarebbe nata dopo qualche parola di troppo, accompagnata dagli effetti dell'alcol. Ad avere la peggio è stato uno dei ragazzi, tutti compresi tra 19 e 23 anni, che ha riportato lesioni all’arcata sopraccigliare destra e traumi al torace e al ginocchio sinistro, guaribili in dieci giorni. Sul posto è intervenuto anche il 118. I fermati, oltre al 21enne Davide Cultraro e al 19enne Alex Cultraro, sono Giovanni Denina (20 anni), Giuseppe Giorgio Giannone (21 anni) e Nabil Znaiber (23 anni). Gli ultimi due erano già stati denunciati nel 2013 dalla polizia per rissa. I cinque dovranno rispondere di rissa aggravata e lesioni personali. 

Il 19 giugno, nella stessa piazza, si erano vissute scene di panico quando un giovane, al culmine dell'ennesima rissa, ha preso la sua auto e si è scagliato contro i contendenti. Dopo l'episodio, il presunto autore ha scritto su Facebook un post poi rimosso, in cui minacciava nuove violenze: «Ancora nenti atu vistu. Come birilli in qualsiasi punto della città. Aprite bene gli occhi», il testo del messaggio, successivamente sparito dalla bacheca. Individuato a distanza di giorni, è stato denunciato per tentato omicidio, mentre in quell'occasione i fratelli Cultraro sono stati denunciati per danneggiamento. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×