Master Bet, arrestato agrigentino Airò all’aeroporto Impellizzeri e Arba si costituiscono al commissariato

È stato arrestato Francesco Airò. L’agrigentino classe ’79 era il destinatario di una delle 13 ordinanze di custodia cautelare emesse, lo scorso 4 maggio, dalla Procura di Catania. Il provvedimento riguardava l’operazione Master Bet. Che ha fatto luce su due distinte associazioni a delinquere finalizzate alla raccolta illegale di scommesse sportive e gioco d’azzardo. Un giro d’affari da circa 10 milioni di euro al mese.

Airò è stato arrestato all’aeroporto Vincenzo Bellini di Catania dagli agenti di polizia al momento del suo sbarco, era a bordo di un aereo proveniente dalla Romania. Nell’inchiesta sono rimasti coinvolti 107 indagati. Airò ha specifici precedenti e di recente era stato tratto in arresto per fatti analoghi insieme a esponenti di consorterie mafiose camorristiche del salernitano. Si sono costituiti alla forze dell’ordine anche Gabriele Impellizzeri, 30enne, e Giovanni Arba, 25enne.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento