Belpasso, un tir impatta col cavalcavia e crolla cornicione File di oltre due chilometri. Previsto un nuovo sopralluogo

Un mezzo pesante che trasportava un escavatore, poco prima delle 8.30 di questa mattina, ha provocato la caduta di un cornicione di cemento e il distacco di altre parti del cavalcavia Graci lungo la strada statale 121 in contrada Valcorrente a Belpasso, a circa 200 metri dallo svincolo per il centro commerciale Etnapolis, in direzione Catania. Al momento, sono ancora in corso gli accertamenti per quantificare i danni e, nelle prossime ore, è previsto un nuovo sopralluogo. Intanto, la polizia municipale ha già individuato e identificato il conducente del mezzo.

In seguito alle segnalazioni ricevute, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Paternò, i vigili urbani di Belpasso e il personale dell’Anas. I pompieri hanno messo in sicurezza il cavalcavia facendo cadere tutte le parti instabili del cornicione, mentre gli operatori dell’Anas hanno bonificato la strada. Un tratto di circa 400 metri della corsia è stata interdetta al traffico. Nella zona interessate si è registrata una fila che ha superato anche i due chilometri, con mezzi che procedevano a passo d’uomo.

Intanto, si attende un provvedimento della Città metropolitana di Catania che dovrebbe, su precisa indicazione dei vigili del fuoco, procedere alla chiusura del tratto della strada provinciale 15 che passa sul ponte danneggiato. L’intervento dovrebbe prevedere la chiusura di un centinaio di metri della corsia che da Belpasso va verso Paternò. Un incidente con la stessa dinamica, nel 2019, aveva portato alla demolizione d’urgenza del ponte Graci, al confine tra Misterbianco e Motta Sant’Anastasia. 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento