Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Asmr: video che hanno cambiato molte vite

Milioni di visualizzazioni, commenti e condivisioni: questo mondo si concretizza su YouTube e altre piattaforme streaming. In questa rubrica, Noemi Privitera spiega in cosa consistono e la loro incidenza sul percorso di diverse persone

Noemi Privitera

I video Asmr su Youtube, o su altre piattaforme streaming gratuite e non, contano ormai milioni di visualizzazioni e altrettanti commenti. Questo perché le pratiche Asmr sono sempre più conosciute e diffuse, ma soprattutto sempre più conosciuti e diffusi sono i benefici a livello emotivo e psicologico correlati a essi.

Ma scopriamo insieme cosa sono, esattamente, i video ASMR e in che modo producono stimoli nel nostro cervello?

Asmr, fondamentalmente è la sigla di autonomous sensory meridian response, ovvero una condizione di rilassamento del corpo e della mente, prodotta da una serie di stimoli esterni, solitamente riconducibili a suoni o a immagini. Il termine ASMR venne coniato nel 2010 da Jennifer Allen, ai tempi meglio nota come Envelope Nomia, in un gruppo su Facebook da lei fondato. 

Analizziamone le parole: Sensory response è la risposta cerebrale alle stimolazioni esterne; la parola autonomous è impiegata per sottolineare la soggettività di tale risposta da parte dei singoli individui; meridian è un eufemismo di orgasmo, da intendersi come espressione di piacere legato ai cinque sensi, probabilmente ispirato ai meridiani della medicina tradizionale cinese. Il termine Asmr venne introdotto nel linguaggio virtuale in un contesto in cui si discuteva di salute mentale: era il forum SteadyHealth, gruppo ancora esistente sui social.

Nonostante i contenuti Asmr siano ormai sempre più diffusi, specie sulle piattaforme di streaming come Youtube o Twitch, e nonostante i benefici generali siano sempre più riconosciuti, almeno dagli utenti di tali piattaforme, non si parla ancora di ASRM nell’ambito della psicoterapia né in ambito neurologico. Il direttore di Neurologia Generale alla Scuola di Medicina dell’Università di Yale, Steven Novella, fece cenno alla possibilità di impiegare le tecnologie per la risonanza magnetica funzionale per studiare gli effetti dell’Asmr sul cervello, senza che però questo sia mai avvenuto.

La sensazione di formicolio, il senso di rilassatezza e, in alcuni casi, di sonnolenza piuttosto che di concentrazione, sono tutte reazioni, più o meno comuni, legate all’Asmr, che provengono direttamente dal cervello. Il cervello umano è profondamente complesso, non è sorprendente dunque che talune stimolazioni collegate a suoni o a immagini possano produrre le medesime sensazioni di alcune sostanze altrettanto stimolanti e, quindi, contribuire ad ampliare il concetto di neurodiversità, proposto proprio dal direttore Novella.

Tuttavia, non è facile studiare qualcosa che, concretamente, non si può vedere.

Si parla pur sempre di esperienze interiori, che attengono forse più al piano della psicologia, nonostante le reazioni del corpo siano una risposta proprio del sistema nervoso. Anche se non esistono riferimenti scientifici che dimostrino i benefici a livello fisiologico, sul piano empirico, sono centinaia, se non migliaia, gli utenti che su Internet raccontano la propria esperienza felice con l’ASMR, ad oggi utilizzato, come si è già detto, prevalentemente su Youtube e su Twitch. I più famosi canali di streaming digitale in materia di ASMR contano milioni di iscritti.

Di questi, la maggior parte non perde tempo a raccontare pubblicamente i benefici che ricava dalle pratiche Asmr, pratiche attuate dagli Asmr artists, ovvero persone in grado di produrre suoni rilassanti con la voce (o con vari oggetti) e movimenti ipnotici con le parti del corpo.

Ansia, insonnia, crisi di panico, tachicardia, ma anche semplicemente difficoltà a concentrarsi o a rilassarsi: queste sono solo alcune delle sofferenze che l’Asmr è in grado di lenire o, addirittura, di sconfiggere.

Gli Asmr artists hanno salvato e continuano a salvare migliaia di persone, riducendo gli effetti dello stress, della paura, dell’eccessiva iperattività, dei traumi psicologici. Non importa che non sia scientificamente provato, importa che oggi vi sia un pensiero consolidato e diffuso che queste pratiche, al limite tra l’ipnosi, la meditazione e il rilassamento indotto, producano effetti benevoli per la salute mentale, e che tutti o quasi possano usufruirne liberamente, godendo dei molteplici benefici.

Basta accedere a una piattaforma gratuita come Youtube, digitare la sigla Asmr e trovare il proprio artista o il proprio suono preferito tra il whispering (letteralmente sussurrando) o il tapping (che significa, invece toccando), nell’attesa che, un giorno, ascoltare i video Asmr diventi una terapia di tipo psicologico o, magari, addirittura, di tipo neurologico riconosciuta.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×