Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani, chiesta condanna per estorsioni in supermercato
Dipendenti sottopagati con complicità di due sindacalisti

Il processo è scaturito dall'operazione della guardia di finanza A shot of money e riguarda reati commessi fino all'inizio del 2019 ai danni di diversi lavoratori di un Conad. La sentenza potrebbe arrivare già il 22 febbraio

Redazione

Una condanna a quattro anni di carcere è stata chiesta dalla pm Francesca Urbani per Nunzia Bivona. La sindacalista palermitana imputata nel processo con il rito abbreviato scaturito dall'operazione della guardia di finanza A shot of money. Un'inchiesta relativa a delle estorsioni in busta paga che, secondo l'accusa, sarebbero state commesse fino all'inizio del 2019, ai danni di diversi dipendenti Conad di Trapani quando era gestito dalla società L'Arcipelago.

Estorsioni che, secondo l'accusa, sarebbero state commesse con la complicità (in concorso morale e materiale) di due sindacalisti. Oltre a Bivona, è coinvolto il 53enne Antonino Bignardelli di San Vito Lo Capo (della Cildi) che è già stato rinviato a giudizio dal gup di Trapani insieme al 48enne Gianluca Amato e al 42enne Salvatore Vitale entrambi di Carini, rispettivamente presidente del cda e delegato de L'Arcipelago; il 47enne catanese Massimo Leonardi e la 39enne palermitana Romina Fiore. Tutti sono accusati di estorsione in concorso. Amato e Vitale anche di riciclaggio. La sentenza potrebbe arrivare già il 22 febbraio.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×