Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Gela, M5s contro Razza dopo chiusura terapia intensiva
«Focolaio? Quel reparto andava potenziato da tempo»

La deputata pentastellata Ketty Damante critica l'assessore Ruggero Razza per non avere anticipato una possibile emergenza come quella che si sta registrando all'ospedale Vittorio Emanuele. «Per le famiglie adesso saranno viaggi della speranza»

Redazione

«Andava potenziata da tempo la dotazione di personale al Vittorio Emanuele di Gela, come avevamo più volte chiesto all’assessore Razza fuori dalle emergenze. Ma non abbiamo mai avuto risposta e adesso assistiamo a un fallimento annunciato». Parole dure da parte del Movimento 5 stelle nei confronti del governo Musumeci, dopo la notizia della chiusura del reparto di terapia intensiva nell'ospedale di Gela in seguito alla scoperta di un focolaio di Covid. A prendere posizione è la deputata regionale gelese Ketty Damante. «L’ospedale di resta privo di un reparto di terapia intensiva, con sette pazienti trasferiti a Caltanissetta, mentre nel comprensorio che abbraccia anche Niscemi e Mazzarino restano in servizio, in totale, solo quattro anestesisti, per coprire tutte le emergenze». 

Per i cinquestelle, una situazione come quella emersa al Vittorio Emanuele andava anticipata, con assunzioni che avrebbero garantito il mantenimento del servizio. «È chiaro anche a chi non è esperto - prosegue Damante - che l’anestesista serve nei casi gravi, dove può essere compromessa la vita del paziente. Chi si rivolge al Pronto Soccorso deve poter trovare professionalità adeguate, senza dover magari attendere l’arrivo dell’elicottero che, come ampiamente dimostrato, non è sempre garantito. Ebbene, da oggi tutto questo a Gela, Niscemi e Mazzarino non potrà essere garantito e i pazienti gravi verranno dirottati a Caltanissetta. Diventerà un viaggio della speranza, con notevoli disagi per i pazienti e per i familiari».

Damante ha depositato un atto per chiedere un'ispezione urgente da parte della commissione Salute dell'Assemblea regionale siciliana.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×