Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Djokovic fuori, al suo posto gioca il siciliano Caruso
Tennista serbo perde ricorso, espulso dall'Australia

Il campione di Avola, in provincia di Siracusa, sarà al via del primo turno del tabellone degli Open. Per il numero uno al mondo, che non è vaccinato e ha posizioni contro i sieri, altro ricorso annullato per motivi di salute pubblica

Redazione

Sarà l'italiano Salvatore Caruso, 28 anni, di Avola, in provincia di Siracusa, a giocare al primo turno degli Australian Open al posto di Novak Djokovic dopo che la corte Federale ha respinto all'unanimità l'appello presentato dagli avvocati del campione serbo contro il ritiro del visto. 

Caruso, dunque è il cosiddetto lucky loser cioè è stato ripescato dall'Atp per giocare al primo turno della competizione mentre il tennista serbo, numero 1 al mondo, dovrà lasciare l'Australia e non può partecipare agli Open al via domani. Il tennista, che non è vaccinato, ha quindi perso definitivamente la battaglia per evitare di essere buttato fuori dopo che il governo ha annullato il suo visto per la seconda volta per motivi di salute pubblica.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×