Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Regione, Miccichè accusa Musumeci di non dialogare
«Vuole fare il presidente? Allora parli con i partiti»

Il commissario di Forza Italia non nasconde la distanza che in questo momento sembra intercorrere tra il governatore della Sicilia. «Il fatto che non si confronti è grave. Quando ci ha chiesto di essere eletto, però, lo ha fatto», commenta

Redazione

«Musumeci dice che non può chiamare i partiti ogni giorno? Almeno lo faccia un paio di volte l'anno». Il commissario di Forza Italia in Sicilia e presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè esorta il presidente Nello Musumeci a stendere i ponti del confronto con i partiti, che «non hanno ricevuto chiamate né tutti i giorni né un paio di volte l'anno», dice. Entrati nell'anno dell'elezioni che decideranno il nuovo governo regionale, Miccichè, durante la commemorazione dell'ex presidente Piersanti Mattarella, assassinato dalla mafia il 1980, lancia una frecciata a Nello Musumeci. «Se vuole fare il presidente della Regione, deve avere la capacità di dialogo con tutti i partiti - sottolinea - Del resto, quando ha chiesto la sua elezione eccome se ha dialogato» Un'uscita al vetriolo, quella di Miccichè nei confronti dell'attuale governatore che lui stesso ha sostenuto nel 2017. L'ultima stoccata di Miccichè a Musumeci, che il 20 novembre, nel congresso catanese di Diventerà Bellissima, ha messo in guardia i vertici dei partiti di maggioranza a fare coesione attorno al suo governo. Il commissario di Forza Italia in Sicilia, per altro, nel congresso degli azzurri a Mazara del Vallo aveva anche definito un errore aver lasciato a Musumeci l'assessorato alla Salute.

«Il fatto che improvvisamente non dialoghi più - ha aggiunto Miccichè - è qualcosa che non va. Io non attacco nessuno, né lo voglio attaccare: ho sempre detto che sarei veramente felice se lui dimostrasse un cambiamento di atteggiamento. Non può decidere tutto da solo». Poi il presidente dell'Ars contesta  la frase che Musumeci avrebbe ripetuto. «Dice spesso "Io ragiono con gli assessori, me li avete dati voi". Ma gli assessori hanno una logica diversa, vengono indicati per una questione territoriale, per motivi elettivi e di consenso acquisito, per la loro competenza. La politica la gestiscono i partiti». In ultimo il presidente dell'Ars si è concentrato sui rumors che davano suo fratello Gaetano come uno dei possibili candidati a governatore della Regione. «Ne parliamo tra cinque mesi, dopo le amministrative sicuramente - conclude - Ci sono tante condizioni da valutare e bisogna capire che tipo di presidente della Regione vogliamo».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×