Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Schemi e aspettative: trappole nascoste

Aspettative contro realtà: cosa e perché accade nella nostra psiche nel momento in cui si scopre che la realtà è ben diversa da ciò che ci saremmo aspettati

Susanna Mineo

Quante volte ti è capitato di avere un evento in programma e di immaginare come vorresti che andasse? Che si tratti di un compleanno, di una semplice uscita con gli amici o di una riunione di lavoro, nel momento stesso in cui fantastichiamo su cosa vorremmo accadesse in una determinata situazione, creiamo delle aspettative e delineiamo così degli schemi di pensiero. 

Questo sistema non fa altro che limitare la libertà delle nostre emozioni rispetto a ciò che potrebbe realmente verificarsi. Durante l’attesa dell’evento la tua mente ti farà visualizzare nei minimi particolari la scena perfetta, come se si trattasse di un vero e proprio film, convincendoti che quello che stai vedendo sia esattamente ciò che dovrebbe accadere affinché tu possa essere felice. Dato che all’interno di quella scena però entreranno in gioco anche elementi che sono al di fuori del tuo controllo, come ad esempio i pensieri e le emozioni di altre persone, è molto probabile che si verifichi qualcosa di diverso rispetto a ciò che avevi pensato. 

Ecco che l’emozione predominante sarà un profondo senso di delusione e amarezza: l’unica cosa che riuscirai a vedere nitidamente in quel momento sarà una scena diversa da quella che avevi immaginato e non quella che realmente hai davanti ai tuoi occhi. Le aspettative rovinano il presente e ti impediscono di vivere ciò che di bello questo può offrirti; in un certo senso, è come se ti privassero della lucidità attraverso schemi che limitano la tue sensazioni.

Il problema è che lì per lì non riesci neanche a capire perché stai provando quel senso di insoddisfazione, ma dai la colpa e lo associ al fatto che il fidanzato non sia stato abbastanza galante, al fatto che gli altri non siano stati abbastanza attenti alle tue esigenze o semplicemente al fatto che quell’evento lo immaginavi in modo diverso. Che tu lo voglia o no, il perché è legato all’aver creato degli schemi e standard di pensiero prima di una determinata situazione, impedendoti così di lasciarti sorprendere dalle reazioni che tu stesso avresti potuto sperimentare. 

Adesso che abbiamo visto come funziona la “trappola” delle aspettative, cerchiamo di capire perché questa si innesca. Molto spesso quel senso di insoddisfazione è legato al voler mantenere un certo status sociale agli occhi degli altri, cioè dimostrare di essere quella persona che ottiene determinati risultati e riceve particolari attenzioni. 

Probabilmente nelle tue esperienze passate hai sentito pronunciare critiche da persone a te vicine (parenti, amici, insegnanti, ecc..) nei confronti di qualcosa o qualcuno che non era abbastanza per come doveva essere ai loro occhi, affinché fosse degno di attenzione e riguardo. Di conseguenza, la tua mente ha associato la diversità rispetto a uno standard a qualcosa di non adatto per essere accettato, amato e rispettato dagli altri. Col tempo, senza rendertene conto, quel modo di pensare è diventato sempre più tuo. 

Le nostre aspettative sono molto spesso in relazione al giudizio degli altri e non ai nostri reali desideri. Questo ci fornisce una chiave di lettura molto utile, perché significa che se non ci lasciamo influenzare da ciò che pensano gli altri riusciamo a vivere quel momento in maniera piena, facendoci sorprendere da ciò che potrebbe riservarci. Quindi il primo passo per evitare tutto questo è quello di riconoscere questo meccanismo e fare caso a quando e a come si presenta. 

Scommetto che già adesso ti sarà venuto in mente qualche aneddoto. Tienilo con te, perché questa consapevolezza ti permetterà di cambiare il tuo atteggiamento verso le esperienze future. Colgo l’occasione di questo periodo dell’anno per farti un esempio molto banale, ma chiaro

È Natale. Immagini che tuo marito ti comprerà un regalo in particolare, proprio quello di cui gli hai parlato tante volte e che quindi ti aspetti. Arriva quel giorno, ma una volta scartato il pacco ti rendi conto che ciò che hai davanti non corrisponde a ciò che immaginavi. Chi dice che il regalo che hai ricevuto sia necessariamente “inferiore” a ciò che ti aspettavi? I tuoi schemi mentali e le tue aspettative. Se invece avessi vissuto quel momento permettendo a quella persona di sorprenderti, magari avresti potuto provare delle emozioni più intense di quelle che avevi immaginato. 

Attenzione, questo non significa volare basso o accontentarsi di risultati mediocri, tutt’altro: significa darsi la possibilità di vivere il momento presente prendendo tutto ciò che di bello ha da offrirci. Quindi, l’unica aspettativa utile è quella di assaporare ogni cosa che capita con una mentalità aperta e costruttiva per viverla al meglio e imparare a conoscere se stessi sempre di più.

Se vuoi saperne di più sull’argomento o per qualsiasi domanda scrivi a: susannamineomentalcoach@gmail.com

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×