Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

La casa restaurata nel III secolo a.C. nella Valle dei Templi
«Crollata o demolita: le macerie hanno protetto i mosaici»

Gli archeologici che si occupano degli scavi, sotto la direzione del professore Giuseppe Lepore, l'hanno definita «una scoperta di altissimo valore e unica nel suo genere». Il direttore del parco Roberto Sciarratta spera che le ricerche continuino. Guarda le foto

Redazione

La casa era crollata o era stata demolita per qualche motivo. A salvare i mosaici e i pavimenti in stile pompeiano di quest'abitazione, restaurata tra il III e il II secolo avanti Cristo, sono state proprio le macerie accumulate. È questa l'eccezionale scoperta nel Parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, dove è stata riportata alla luce una serie di pitture parietali e una pavimentazione in cocciopesto e a mosaico perfettamente integra. «Un contesto di altissimo valore scientifico», hanno commentato gli archeologici.

La scoperta è stata fatta, durante la sesta campagna di scavo dell'Università di Bologna, nel quartiere ellenistico-romano di Agrigento, la stessa zona dove è stato scoperto il teatro. Si tratta di un progetto di ricerca avviato in collaborazione con il Parco archeologico, sotto la direzione di Giuseppe Lepore del dipartimento di Beni culturali del Campus di Ravenna. Dal 2016, e con cadenza annuale, il team dell'ateneo bolognese si è dedicato all'indagine di un intero isolato (il terzo del quartiere). «Si tratta di una scoperta unica nel suo genere - ha dichiarato il professor Lepore - Questa casa è stata ristrutturata, insieme al resto del quartiere, tra la fine del III e gli inizi del II secolo avanti Cristo ed è stata dotata di un complesso sistema di pitture parietali e di pavimenti in cocciopesto e in mosaico, articolati addirittura su due piani. Ben presto, però, forse già nella prima età imperiale, la casa crolla (oppure viene demolita intenzionalmente), cosa che ha determinato il suo straordinario stato di conservazione visto che le macerie hanno protetto il pavimento». 

L'abitazione, estesa per circa 400 metri quadrati, presenta una monumentale pasta's (ovvero uno spazio porticato), dal quale si accede ai tre vani principali, tutti disposti sul lato nord: è stato l'ambiente centrale a riservare le maggiori sorprese durante questa campagna di scavo. Al piano terra è stato restituito il pavimento in cocciopesto con inserti di pietre colorate che formano una decorazione a meandro. Il crollo e le macerie che occupavano interamente lo spazio del vano, hanno restituito numerose porzioni del pavimento del piano superiore (un mosaico policromo sempre con motivo a meandro) e le relative pitture parietali in stile pompeiano

«Continua la magnifica stagione archeologica della Sicilia che non finisce di riservarci sorprese straordinarie come questa - ha commentato l'assessore regionale ai Beni culturali Alberto Samonà - Una casa che sembra uscita da un restauro per quanto è perfettamente conservata - Riportare alla luce le testimonianze del passato ci dà la possibilità di costruire il futuro della Sicilia». Ad esplicitare la speranza che le ricerche possano continuare è stato il direttore della Valle dei Templi, l'architetto Roberto Sciarratta. «Il quartiere ellenistico-romano deve diventare un punto di forza del nuovo percorso che stiamo allestendo nel Parco archeologico, che - ha spiegato - collegherà la Collina dei Templi direttamente con le terrazze superiori della città antica. I lavori dell'Università di Bologna, di cui condividiamo gli obiettivi, si inseriscono pienamente nella programmazione del Parco - ha concluso il direttore - volto ad ampliare l'offerta culturale e a comunicare al meglio il proprio patrimonio».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×