Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

No-green pass, protesta dei deputati di Attiva Sicilia
Tancredi: «Non entriamo per solidarietà ai lavoratori»

Botta e risposta tra i due deputati che si sono intestati la battaglia contro il certificato obbligatorio e il presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè, che ha invitato a non disertare l'Aula: «L'amministrazione fa benissimo a fare rispettare le norme»

Gabriele Ruggieri

«Tra un po' uscirà un mio dipendente e mi porterà le carte che devo firmare come capogruppo, ma io non entro». Parola di Sergio Tancredi, parlamentare regionale di Attiva Sicilia, che ha deciso di disertare i lavori in Aula previsti per oggi pomeriggio all'Ars perché si è rifiutato di esibire il Green pass, da oggi obbligatorio anche per i deputati siciliani per effetto di una direttiva del segretario generale del parlamento. 

«La norma sul green pass, che fin dall'inizio abbiamo considerato fortemente lesiva dei diritti dei lavoratori, ora presenta diversi profili di incostituzionalità che vogliamo fare emergere - dice Tancredi a MeridioNews - La nostra presa di posizione odierna punta a questo, ovvero a presentare il problema giuridico del mancato ingresso di alcuni deputati, io e la mia collega Angela Foti, all'interno del palazzo del parlamento in una giornata in cui ci sono lavori parlamentari e potrebbe essere necessario votare. Parliamo quindi di una compressione dei diritti costituzionalmente garantiti di rappresentanza per noi che siamo eletti dal popolo siciliano».

Gli echi dell'iniziativa di Foti e Tancredi sono arrivati anche in Aula, è stato il presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè a tornare sulla vicenda con una breve parentesi prima di dare inizio ai lavori. «Alcuni nostri colleghi si sono presentati senza Green pass e in portineria sono stati obbligati a non farli entrare - dice Miccichè - Per quanto riguarda qualsiasi tipo di iniziativa che si intende assumere per questo problema, la si faccia tranquillamente presentando al Tar un dubbio di legittimità, ma l'amministrazione fa benissimo a farla rispettare». Il riferimento è al tentativo più che altro simbolico fatto in mattinata dai due deputati di Attiva Sicilia.

« Mi sono presentato all'ingresso, mi è stato chiesto il Green pass, che non ho esibito, e quindi mi è stato negato l'accesso - conferma Tancredi - Eppure noi abbiamo il Green pass, ma la nostra volontà è quella di mettere l'accento sul problema giuridico su un caso controverso che sta mettendo in difficoltà molti lavoratori». Anche su questo è pronta la risposa di Miccichè: «Io stesso potrei anche non essere d'accordo con questa norma - dice - ma non ha importanza, è la legge e va rispettata, invito i colleghi a entrare in Aula e a manifestare il proprio dissenso con le forme istituzionalmente opportune, anche per rispetto nei confronti del parlamento».

«Sento forte il senso del dovere - dice Angela Foti, entrata in Aula - L'atto di oggi è puramente evocativo e dimostrativo. Necessitava di un passaggio di questo tipo per dimostrare che un decreto legge del genere incide anche sul mandato, perché se siamo qui dobbiamo ricordarci che è perché siamo stati eletti dal popolo sovrano. Questo decreto blocca anche questo tipo di attività, che è nobile tanto quanto ogni altro lavoro, garantito dal primo articolo della Costituzione. Continueremo a lavorare, ma quello che conta credo sia il poter dar voce a chi la pensa diversamente».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×