Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Un progetto per trasformare il vino in materia di studio
«Raccontarlo dalla vigna fino a quando viene servito»

L'associazione nazionale Donne del Vino lavora da un anno all'iniziativa D-Vino, che ha l'obiettivo di portare tra i banchi di scuola l'esperienza vitivinicola. «Abbiamo scelto tre istituti dell'Isola. Il settore ha bisogno di figure professionali», dicono a MeridioNews

Carmelo Lombardo

Si chiama D-Vino e ha l'obiettivo di portare lo studio del vino e del settore vitivinicolo tra i banchi di scuola. Il progetto è stato annunciato nell'ultima edizione di ViniMilo, la manifestazione enogastronomica alle pendici dell'Etna. L'associazione nazionale Donne del Vino - composta da sommelier, ristoratrici, giornaliste, enotecarie ed esperte del settore di tutta Italia - ha illustrato l'idea maturata circa otto mesi fa: presentare il vino in maniera didattica agli studenti degli istituti alberghieri e turistici. Con l'inizio di quest'anno scolastico, l'associazione sotto la guida della presidente Donatella Cinelli ha individuato tre responsabili per fare partire il progetto pilota in Emilia Romagna, Piemonte e Sicilia. Per l'Isola, le 53 socie siciliane hanno scelto tre scuole: l'istituto Enrico Medi di Randazzo (in provincia di Catania), la scuola Ignazio Florio di Erice (nel Trapanese) e la scuola Di Vincenti di Bisacquino (in provincia di Palermo).

«Abbiamo parlato con i presidi per far partire l'iniziativa sperimentale - spiega a MeridioNews la responsabile per la Sicilia Roberta Urso - A insegnare la disciplina saremo noi di Donne del Vino, che trasferiremo agli studenti le nostre esperienze dirette nel settore. Cominceremo tra poche settimane, al momento, stiamo calendarizzando le lezioni: contiamo di finire il primo modulo già entro quest'anno». La materia è composta da cinque moduli in cui si partirà dalla storia del vino passando dallo studio delle etichette, fino alla terminologia e alla conoscenza delle vie del vino e dell'enoturismo. «Alla fine di ogni modulo faremo una degustazione - continua Urso - Per i minorenni sarà visivo-olfattiva: il vino deve saper essere presentato e raccontato anche in lingue diverse. Il percorso formativo - aggiunge - partirà dalla vigna e includerà la cantina. Gran parte delle lezioni saranno svolte in classe, dove oltre a raccontare quello che facciamo, illustreremo alcuni passaggi anche attraverso dei video: sarà un'esperienza a tutto tondo dove potremmo raccontare come nasce il vino, la sua produzione e la sua distribuzione».

D-Vino è stato presentato al G20 dell'agricoltura e a breve sarà illustrato in Senato e al ministero dell'Agricoltura. «Siamo soddisfatte dei traguardi raggiunti finora - prosegue Urso - Quello finale sarà fare in modo che, dal prossimo anno scolastico, possa esserci almeno una scuola per regione in cui ci sia questo insegnamento. Lo studio del vino a scuola è necessario - sottolinea la responsabile - nella nostra regione l'enoturismo è in crescita e, inoltre, un'adeguata conoscenza del vino è fondamentale anche per la ristorazione. Il settore ha bisogno di figure professionali ed è una lacuna enorme il fatto che gli istituti alberghieri e turistici non abbiano questa disciplina tra l'offerta formativa». 

A Urso fa eco Valeria Lopis, una delle socie siciliane di Donne del vino che ha moderato il convegno in occasione della presentazione del progetto a ViniMilo. «Non è possibile che manchi la formazione per inserire professionalità nel settore - sottolinea Lopis - C'è sempre più una crescente esigenza di personale specializzato: soprattutto in Sicilia dove, tra la parte occidentale e quella orientale, passando dalle isole minori, non c'è una zona che non abbia una produzione d'eccellenza. Siamo soddisfatte che il progetto pilota sia stato accolto e che partiremo a breve».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×