Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Finisce un'era, Tony Cairoli annuncia il ritiro
«La Sicilia e prime gare tra sogni e sacrifici»

Il pilota di Patti, in provincia di Messina, chiuderà con il motocross al termine di questa stagione. Durante la sua carriera 93 gran premi vinti e 177 podi. «Non è stata una decisione facile da prendere, ma è arrivato il momento», dice

Redazione

Foto di: Roman Borák

Foto di: Roman Borák

Motocross uguale Tony Cairoli. L'equazione perfetta che non tramonterà nemmeno al termine di questa stagione, quando il pilota originario di Patti, in provincia di Messina, non sarà più presente al via delle gare. Ieri l'annuncio del ritiro dalle corse. «Ve lo devo proprio dire: non è stata una decisione facile da prendere, ma è arrivato il momento per chiudere un capitolo della mia vita e aprirne un altro, non può essere sempre velocità, fango e gloria. Non mi sono mai fermato a pensare come sarebbe stato questo momento e ora fa un po’ impressione essere qui davanti a voi. Lo sapete che non mi piace particolarmente parlare di me in pubblico, ma voi non siete un semplice pubblico, voi siete stati una parte importante anzi, fondamentale, dei miei ultimi 18 anni».

Partito dalla Sicilia, Cairoli ha scalato tutte le gerarchi del motocross vincendo nove titoli mondiali, sei dei quali vinti consecutivamente tra il 2009 e il 2014. All'attivo ci sono 93 gran premi vinti e 177 podi. Numeri impressionanti che fanno di Cairoli uno dei piloti più vincenti della storia. L'ultimo sigillo potrebbe arrivare al termine di questa stagione. Cairoli, che corre per la scuderia Ktm dal 2010, è distante 29 punti dal leader Tim Gajser

«Ho sempre detto che i numeri e le statistiche non significano molto per me, e lo penso davvero - continua Cairoli - Io vivo il momento e la vittoria è solo il frutto del lavoro che faccio con passione ogni giorno. Vincere ancora mi piacerebbe, ovvio, ma non aggiungerebbe molto a quello che sono. Il mio primo titolo fu già qualcosa di incredibile, la realizzazione di un sogno per me e per la mia famiglia. Poco prima, a diciannove anni, stavo per smettere, poi la chiamata del team De Carli ha ridato slancio alla mia carriera. Quel giorno di ottobre la mia vita è cambiata e dopo diciott’anni siamo ancora qui, a lavorare e lottare, cercando di vincere ancora un titolo con la stessa squadra».

Il pilota di Patti però rimarrà nell'ambiente delle ruote tassellate. « Con Ktm continuerò il mio percorso, anche se con un ruolo diverso. Voglio infine ringraziare tutti coloro che mi hanno aiutato in questa avventura, e i tantissimi tifosi che mi hanno sempre dato quella carica per dare il 222 per cento».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×