Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Omicidio della senzatetto di fronte a Santa Caterina
Indiziato respinge accuse: «Non sono io in quel video»

Pietro Miduri, clochard di 70 anni, non si è riconosciuto nelle immagini catturate da una telecamera di videosorveglianza al momento dell'uccisione della 68enne di origini palermitane

Simona Arena

Foto di: Vincenzo Musicò

Foto di: Vincenzo Musicò

«Non sono io in quel video». Ha negato ogni addebito il 70enne Pietro Midurifermato dai carabinieri per l’omicidio della 68enne Concetta Gioètrovata morta venerdì scorso sulle scale della chiesa di Santa Caterina. Oggi, davanti al gip Eugenio Fiorentino si è svolto l’interrogatorio di garanzia dell'uomo, anche lui un senzatetto originario di Augusta e con precedenti penali. Miduri non ha avuto alcun tentennamento e davanti al magistrato ha confermato quanto aveva già detto in fase di interrogatorio davanti al procuratore aggiunto Vito Di Giorgio e al sostituto Piero Vinci. 

Il 70enne, che nel 1974 si è reso autore di un omicidio, ha ribadito di non saperne nulla della morte della clochard. Assistito dall’avvocato Ketty Terranova, in videoconferenza dal carcere di Trapani, Miduri ha negato con forza di essere lui l’uomo immortalato dalle telecamere di sicurezza presenti nella zona. E ha negato di trovarsi davanti la chiesa di Santa Caterina venerdì sera. Non si è riconosciuto nei frame che riprendono un anziano in prossimità dell’ingresso laterale della chiesa dove è stata uccisa Concetta Gioè. 

Non è escluso che il video, diffuso dai carabinieri alla stampa, non sia l’unico in possesso degli investigatori. Nella zona dove è stato commesso l’omicidio sono diversi i punti vendita dotati di telecamere di sicurezza e sono presenti videocamere del Comune. Miduri non si è limitato a negare ogni addebito, ma avrebbe persino offerto un alibi. l termine dell'interrogatorio, il gip si è riservato di decidere se convalidare o meno il fermo di Miduri. 

I carabinieri continuano a indagare alla ricerca dell’arma del delitto che non è stata ancora trovata e anche per trovare il movente di un omicidio che ha lasciato senza parole la città. Nel pomeriggio di oggi è previsto il conferimento dell'incarico per eseguire l'autopsia sul corpo della 68enne. Il magistrato spera di ottenere elementi utili a ricostruire il delitto della clochard. Concetta era stata adottata dalla comunità parrocchiale di Santa Caterina, ma non voleva lasciare la strada che aveva scelto come casa. Ed è morta su quelle scale che aveva scelto come letto per dormire.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×